Tag: sclerosi multipla


La ricerca contro la Sclerosi multipla continua grazie alla telemedicina

Un videogioco per individuare precocemente i segni di una disfunzione cognitiva nella Sclerosi multipla, anche nei pazienti più giovani, prima che i classici test riescano a farlo. È questo il risultato di uno studio condotto del team di scienziati e scienziate di ateneo coordinato da Massimiliano Calabrese, docente di Neurologia nel dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento dell’ateneo. Si tratta di un nuovo strumento di...

Leggi tutto...


La ricerca continua con Valeria Donisi

In questa nuova puntata de La ricerca continua Valeria Donisi, ricercatrice in Psicologia clinica nel dipartimento di Neuroscienze, biomedica e movimento, presenta il progetto ESPRIMO (“Esplorare, supportare e promuovere la resilienza in giovani adulti con sclerosi multipla”) promosso dall’ateneo di Verona nell’ambito del programma dipartimento di eccellenza “Comportamenti e benessere”. Il processo di adattamento alla diagnosi di sclerosi multipla quando avviene in età giovanile, ovvero nella fase di...

Leggi tutto...


Sclerosi Multipla: dall’Università di Verona diagnosi precoce e terapie personalizzate contro la progressione della malattia

Identificare i meccanismi patogenetici alla base della progressione della Sclerosi Multipla in modo da poter intervenire con terapie personalizzate per bloccare o ritardare l’accumulo della disabilità. È questo l’obiettivo di una ricerca condotta da Massimiliano Calabrese, docente di Neurologia dell’università di Verona, che si è aggiudicato il “Research Challenge Awards” promosso dall’ “International Progressive MS Alliance” di cui AISM con la sua Fondazione Italiana Sclerosi...

Leggi tutto...


Esprimo, un progetto per esplorare, supportare e promuovere la resilienza in giovani adulti con sclerosi multipla

L’università di Verona presenta il progetto Esprimo (Esplorare, supportare e promuovere la resilienza in giovani adulti con sclerosi multipla) un’iniziativa che sarà attiva da settembre 2021 che propone un intervento bio-psico-sociale, cioè studiando i possibili fattori clinici, biologici, sociali e psicologici connessi all’esordio della malattia. L’intervento è creato in collaborazione con psicologici, neurologi, esperti in scienze motorie, insieme a persone che convivono con la sclerosi...

Leggi tutto...


Ideato dall’ateneo di Verona il primo videogame per lo studio dei disturbi cognitivi nella Sclerosi multipla

Un videogioco che possa individuare precocemente i segni di una disfunzione cognitiva nella Sclerosi multipla, anche nei pazienti più giovani, prima che i classici test riescano a individuarli. Era l’ambizioso obiettivo, pienamente raggiunto, del progetto “Visual‐Attentional Load Unveils Slowed Processing Speed in Multiple Sclerosis Patients: A Pilot Study with a Tablet‐Based Videogame”, pubblicato sulla rivista Brain Sciences, ad opera del gruppo guidato da Massimiliano Calabrese,...

Leggi tutto...


Massimiliano Calabrese vince il premio Novartis

Massimiliano Calabrese, docente di Neurologia nel dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento dell’ateneo, ha vinto il premio messo in palio dalla Società italiana di neurologia (Sin) e di Novartis per i progetti di ricerca clinica in neurologia. Calabrese è stato premiato per la sua ricerca “Identifying biomarkers characterizing patients with Multiple Sclerosis at high risk of early disability progression: a longitudinal, retrospective study”, rientrante nella...

Leggi tutto...


Premio Cicogna vinto dal centro Sclerosi multipla di Borgo Roma

Il 28 marzo a Milano la Fondazione Onda ha annunciato i vincitori del premio “Cicogna per la sclerosi multipla” e tra i 77 scelti c’è anche la struttura scaligera. Obiettivo del premio è quello di riconoscere la qualità dei servizi multidisciplinari dedicati alle pazienti affette dalla patologia alla ricerca di un figlio. Massimiliano Calabrese è tra i neurologi del centro regionale Sclerosi multipla del reparto...

Leggi tutto...


Sclerosi multipla, trattamenti e prospettive a confronto

Venerdì 15 novembre, in occasione della Giornata veronese per la sclerosi multipla, la sala convegni del palazzo della Gran Guardia a Verona si riempirà di studiosi e scienziati che metteranno a confronto l’efficacia di alcune misure di trattamento di questa patologia. Il responsabile scientifico dell’evento è Alberto Gajofatto, ricercatore di Neurologia del dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento.  I lavori si apriranno alle 9, con...

Leggi tutto...