Cercasi umani: il rilancio

Riprende la campagna del Csv di Verona in collaborazione con l'Università

Anche l’università di Verona collabora alla promozione della campagna “Cercasi umani” del Csv, il centro servizio per il volontariato di Verona. L’inedita e ironica campagna di promozione del volontariato, organizzata in sinergia con Comune e Ulss9 Scaligera, torna nelle strade e nelle piazze del veronese alla ricerca di nuovi profili caratterizzanti richiesti dalle associazioni di volontariato.

“L’ateneo aderisce con grande soddisfazione all’iniziativa del Centro servizi volontariato – dichiara Alessandra Cordiano,  referente del rettore per la Sostenibilità sociale – che vuole sensibilizzare la comunità studentesca verso percorsi di volontariato che rappresentano non solo occasioni di crescita individuale, ma anche la possibilità di acquisire competenze significative spendibili nel mondo del lavoro”.

Da venerdì 12 novembre gli slogan colorati, che sono diventanti tratto distintivo della campagna, riprendono a girare sugli autobus cittadini e saranno affissi nei punti strategici di Verona, dopo che la scorsa primavera il lancio del teaser aveva incuriosito migliaia di cittadini. Ora la campagna di promozione del volontariato è a caccia di “restauratori di… serenità” per sostegno e ascolto di persone in momenti di difficoltà, “ospiti graditi” per il volontariato a domicilio”. E ancora, “nerd solidali”, “coltivatori di… fantasia” e “soccorritori seriali”.

L’obiettivo rimane quello di incuriosire e interessare le persone, facendole approdare al sito di riferimento: www.veronavolontariato.it, cui si arriva anche attraverso www.cercasiumani.org. Qui è possibile scegliere fra le tante opportunità di volontariato sul territorio, comprese le new entry di questi giorni, a seconda delle proprie preferenze e attitudini, dei valori che si condividono e del tempo che si ha a disposizione.

“Il volontariato è un’occasione di crescita e sviluppo per i giovani – sottolinea Cinzia Brentari, coordinatrice CSV Verona – consente grandi opportunità nel nostro territorio, per questo riteniamo importante proseguire la collaborazione con l’ateneo scaligero, che condivide con noi la stessa attenzione per le nuove generazioni e la comunità locale”.

Dopo il lancio del teaser della campagna con la scritta nera su fondo giallo “Cercasi Umani”, lo scorso maggio, la promozione era poi proseguita facendo leva sulle caratteristiche di ciascuna persona, puntando su alcuni aggettivi e spiegando che se si è “pessimista, polemico, deluso, insicuro, annoiato, arrivato, egoista, timido, pigro?” Ottimo! “Forse, c’è qualcosa che fa per te!”. “Attraverso un linguaggio ironico, divertente, inatteso, e per certi sensi anche irriverente – riflette Roberto Veronese, neopresidente del CSV di Verona  – puntiamo a veicolare il messaggio che il volontariato restituisce più di quanto prende, che risponde anche ai desideri individuali delle persone che lo intraprendono, che ci si può arrivare per motivazioni personali: tanto poi la ricaduta positiva sulla collettività ne sarà ugualmente la diretta conseguenza”.

In una veste nuova, veronavolontariato.it è il sito che mette in connessione i cittadini con le organizzazioni di Verona e provincia. È su queste pagine che le associazioni hanno caricato i nuovi profili caratterizzanti e che cittadini e organizzazioni trovano ciò che fa per loro e si incontrano.

 

Photocredits Adobe stock