Violenza e potere nel linguaggio pubblico

Giovedì 29 settembre, al Polo Zanotto, si terrà il convegno sull’importanza delle forme linguistiche del discorso pubblico come contrasto alla violenza

L’università di Verona ospiterà il convegno “Violenza e potere nel linguaggio pubblico” giovedì 29 settembre nell’aula 2.5 del Polo Zanotto. L’incontro si svolgerà dalle 10 alle 13.30 e proporrà una riflessione sul tema della violenza in diversi contesti del discorso pubblico contemporaneo.

Muovendo da un dialogo interdisciplinare tra metodologie linguistiche, giuridiche, sociologiche e culturali, gli interventi affronteranno i temi del discorso d’odio sessista nel diritto internazionale e dell’Unione europea, la costruzione dell’antiziganismo nel discorso pubblico italiano, la rappresentazione dei richiedenti asilo nell’amministrazione pubblica e il linguaggio dell’abuso in materia di violenza domestica e diritto di famiglia.

A introdurre l’evento sarà Barbara Bisetto, docente di Lingue e letterature della Cina e dell’Asia sud-orientale nel dipartimento di Lingue e letterature straniere di ateneo. A seguire parteciperanno Sara De Vido, docente di Diritto internazionale all’università Ca’ Foscari (Il contrasto al discorso d’odio sessista nel diritto internazionale e dell’Unione europea), Stefania Pontrandolfo, docente di Discipline demoetnoantropologiche all’università di Verona (La costruzione dell’antiziganismo nei discorsi pubblici dell’Italia contemporanea), Maurizio Veglio, avvocato del Foro di Torino (“E noi soccombiamo alle immagini che costruiscono”. Il caso dei richiedenti asilo), Raffaella Scarpa, docente di Linguistica italiana all’università di Torino (Lo stile linguistico del discorso abusante nei contesti di violenza domestica) e Sara D’Attoma, docente di docente di Lingue e letterature della Cina e dell’Asia sud-orientale all’università di Verona (Linguaggio e retorica sulla violenza domestica nella giurisprudenza della Repubblica popolare cinese). Chiuderà l’incontro Alessandra Cordiano, docente di Diritto privato all’università di Verona.

“L’obiettivo è avviare un dialogo tra differenti approcci disciplinari sull’importanza delle forme linguistiche del discorso pubblico per contrastare ogni forma di violenza”, spiega Barbara Bisetto.

Il seminario è promosso su iniziativa dei dipartimenti di Lingue e letterature straniere e di Scienze giuridiche, e con il patrocinio del Comitato unico di garanzia, dell’università di Verona, in collaborazione con il dipartimento di Economia dell’università Ca’ Foscari di Venezia.

Per maggiori informazioni sull’incontro è possibile cliccare su questo link.