Competizioni di Arbitrato, l’ateneo in finale

Il team veronese ha partecipato alla 6° edizione di Pre-Moot

Il team dell’università di Verona e il team dell’università Svizzera St. Gallen si sono sfidate in finale, dopo 5 round e due giorni di udienze simulate, che hanno visto impegnati 100 studenti e studentesse, per aggiudicarsi il titolo di migliore squadra nelle competizioni di arbitrato della 6° edizione dell’Associazione Italiana per l’Arbitrato (AIA) e Camera Arbitrale di Milano (CAM) Pre-Moot. La sfida ha coinvolto 19 università e 60 tra coach e arbitri nelle giornate dell’11 e del 12 febbraio. Gli studenti e le studentesse universitari, provenienti da diverse parti del mondo – dalla Russia all’India, dal Guatemala alla Turchia – si sono sfidati in udienze simulate su tecniche di difesa persuasiva, con l’ambizione di diventare esperti di arbitrato commerciale. Il caso giuridico si è incentrato su una transazione di vendita internazionale soggetta alla convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di beni del 1980.

Tra le 19 università partecipanti alla 6° edizione figurano l’ateneo scaligero, Alma Mater Studiorum università di Bologna, università commerciale Luigi Bocconi, università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, università degli studi di Milano La Statale, università di Pavia, università degli studi Roma Tre, e università di Torino. L’università di Verona e SIOI UNA Italy assieme ad altre associazioni, hanno sostenuto la 6° edizione del Pre-Moot.

 Il “mooting” è un’attività curriculare diffusa in molte scuole di diritto e si basa sull’apprendimento delle tecniche di difesa persuasiva, simulando procedimenti arbitrali, strumenti per la risoluzione di liti civili e commerciali, in ambito domestico e internazionale, in alternativa alla via giudiziaria ordinaria. I concorrenti, durante gli incontri svolti in forma di dibattiti, hanno affrontato un caso giuridico davanti ad un collegio di arbitri, mettendo così in pratica le competenze e le conoscenze acquisite durante gli anni di studio.

I partecipanti sono stati giudicati dal tribunale arbitrale, composto da Paolo Marzolini, in qualità di presidente, partner, Patocchi & Marzolini di Ginevra, Maria Beatrice Deli, segretario generale di AIA, e Stefano Azzali, direttore generale di Camera Arbitrale di Milano.  L’evento di CAM e AIA prende il nome di “Pre-Moot”, perché in questi due giorni gli studenti si sono sfidati per prepararsi alla competizione internazionale di arbitrato di Vienna, Willem C. Vis International Commercial Arbitration Moot, giunta alla sua 28° edizione che si terrà dal 26 marzo al 1 aprile 2021.

Contributo a cura dell’ufficio stampa Camera arbitrale di Milano