Europhonica: il programma radiofonico sull’Europa cambia formato

Anche studenti veronesi nella redazione del format realizzato dalle emittenti universitarie di diversi Paesi europei

Oltre 90 radio universitarie e studentesche da tutta Europa, 30 show prodotti da Strasburgo, oltre 100 uscite in replica e podcast. Sono questi i numeri della prima stagione di Europhonica, il progetto europeo promosso da RadUni, l'Associazione italiana operatori radiofonici universitari italiani, insieme alle emittenti di ateneo di Francia, Spagna, Portogallo e Germania. L’iniziativa, a cui hanno partecipato anche alcuni redattori della web radio dell’università di Verona FuoriAulaNetwork, è finanziata dall’Unione Europea, allo scopo di far conoscere ai giovani e alla popolazione studentesca i temi trattati dalle istituzioni comunitarie. Da programma di approfondimento, Europhonica da marzo si è trasformato in un notiziario, in cui sono trattate tutte le principali news della settimana sui temi dell’Europa.

Dallo scorso settembre, una volta al mese, un gruppo di ragazzi provenienti dalle radio universitarie europee si ritrovaa Strasburgo, al Parlamento Europeo, per raccontare in modo semplice e creativo i temi trattati durante le sessioni plenarie.“Non è abituale trovarsi nella sede Parlamento Europeo, – commenta Beatrice, redattrice di FAN e di Europhonica – abbiamo avuto la possibilità di vedere da vicino un luogo centrale nel panorama politico comunitario  e incontrare e interagire con personalità rilevanti. Senza dubbio, rappresenta un’esperienza importante a livello professionale ma anche personale, che ci ha offerto l’opportunità di conoscere colleghi speaker provenienti da altri Paesi d’Europa”.

La redazione italiana produce ogni mercoledì uno show radiofonico, in diretta dalle 18 alle 19. Tutti i contenuti del progetto sono disponibili sul sito di Europhonica, mentre costanti aggiornamenti sono condivisi dalla redazione sulla pagina Facebook e i profili Instagram e Twitter

 

16.03.2016