Il 19 febbraio l’ateneo “s’illumina di meno”

L'università aderisce alla campagna di sensibilizzazione promossa da Rai Radio2

Venerdì 19 febbraio, l’università di Verona aderisce a “M’illumino di meno”, la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione alla razionalizzazione dei consumi energetici ideata da Caterpillar, storico programma in onda su Rai Radio 2. Le sedi di ateneo saranno tappezzate di cartelli che invitano studenti, docenti e personale a risparmiare energia elettrica, riducendo l’uso dell’ascensore e promuovendo l’utilizzo delle scale.

Giunta alla sua dodicesima edizione, “M’illumino di meno” coinvolge una varietà di soggetti: migliaia di ascoltatori, centinaia di associazioni e i più importanti attori istituzionali. L’iniziativa si avvale da anni dell’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica, dell’adesione del Senato e della Camera dei Deputati, del Patrocinio del Parlamento Europeo, nonché dell’adesione di centinaia di Comuni, scuole e università. Nella passate edizioni di M’illumino di meno sono stati spenti alcuni dei monumenti più in vista d’Italia e d’Europa e la giornata è diventata una vera e propria festa in cui il risparmio energetico è stato interpretato con eventi e manifestazioni a tema sul territorio: dai concerti in cui il pubblico pedala per produrre energia al museo che organizza una visita con la sola luce naturale. 

L’edizione 2016 è dedicata, inoltre, alla mobilità sostenibile con la campagnaBike the Nobel”, iniziativa proposta da Caterpillar che intende candidare la bicicletta al Premio Nobel per la Pace. Il progetto mobilita tutto il mondo del ciclismo, dalle associazioni amatoriali ai protagonisti del settore come il Commissario tecnico della nazionale Davide Cassani e il vincitore del Tour de France e del Giro d’Italia Vincenzo Nibali. L’invito è quello a un maggior utilizzo di mezzi a basso consumo energetico, incentivando l’uso della bicicletta e dei mezzi pubblici al posto dell’automobile, come simbolo di pace e di rispetto per l’ambiente.

11.02.16