Love Film Fest

Prima edizione della rassegna dedicata al cinema sentimentale che gode del patrocinio dell’università di Verona

Non un festival ma una festa del cinema, dedicata a tutti gli appassionati del genere sentimentale. È il "Love Film Fest", rassegna cinematografica in programma dall’11 al 14 febbraio al palazzo della Gran Guardia, in concomitanza con la festa di San Valentino e Verona in Love. All’iniziativa, che ha il patrocinio dell’università di Verona, parteciperà anche Alberto Scandola, docente di Cinema, fotografia e televisione dell’ateneo scaligero, curatore di una delle sezioni del festival. Scandola, il 12 febbraio, terrà inoltre la lezione aperta al pubblico “L’amore nel cinema: forme, volti, ossessioni“. 

Il programma. Pensato come appuntamento lancio in vista di un festival più ampio, previsto per il 2017, il "Love Film Fest"si presenta al pubblico in formato “retrospettiva”, in vista di un’edizione più ampia prevista per il 2017. Ad aprire l’evento, durante la serata dell’11 febbraio, la proiezione di “Tango” di Carlos Saura, arricchita da uno spettacolo a cura del gruppo di danza “Malena Tango”.
Il "Love Film Fest" proseguirà, dal 12 al 14 febbraio, con una serie di proiezioni divise in quattro categorie, una per ciascuna fascia oraria. Alle 14.30 sarà proposta "Love Classics", sezione curata da Scandola, dedicata a tre diversi momenti della storia del cinema: il neorealismo d’appendice, lo splendore della Hollywood classica, la libertà della Nouvelle Vague. A seguire, alle 17, "Love Strangers", un omaggio al cinema argentino, ospite d’onore di questa prima edizione. Alle 19 spazio a "Love Directors" per celebrare i grandi registi del nostro cinema. A chiudere le giornate della manifestazione sarà la sezione "Panorama", con un percorso dedicato alla casa di distribuzione internazionale Good Films.

Ospiti e eventi collaterali. La rassegna sarà arricchita dalla presenza del “Love Film Fest”. Venerdì 12 febbraio, sarà a Verona il regista Luca Guadagnino, che presenterà il suo film “Io sono l’Amore”. Uscito nel 2009 e presente in vari festival cinematografici internazionali, (Venezia, Berlino, Sundance), il film è stato un successo di critica e di pubblico e nel 2010 è stato candidato ai Golden Globes e ai BAFTA, nella sezione Miglior Film Straniero, e all'Oscar, per i migliori costumi. Molteplici gli eventi collaterali che si terranno a margine della rassegna. Si comincia venerdì 12 febbraio alle 10.30 con l’incontro “L’amore nel cinema: forme, volti, ossessioni“, lezione di Alberto Scandola aperta al pubblico. Sabato 13 alla stessa ora sarà la volta dell’incontro con Alessandro Penazzi, producer di New York, che racconterà come trovare i finanziamenti per realizzare un film. Infine, domenica 14 sempre alle 10.30 il ciclo si concluderà con Manuela Cacciamani, docente alla scuola Holden di Torino e una delle produttrici italiane più affermate nell’attuale panorama italiano e internazionale, che ci parlerà di come sviluppare un progetto per il cinema. Oltre alla serata inaugurale dedicata al tango argentino, saranno due gli appuntamenti musicali in programma: quello con il trio acustico Bengi ConfidenQal che, sabato 13 febbraio alle 19.15 nel Loggiato della Gran Guardia, proporrà un repertorio di canzoni anni 70 e 80. Inoltre, Alessio Bertallot, noto conduttore radiofonico, cantante e dj, domenica 14 febbraio, sempre a partire dalle 19.15, proporrà uno spettacolo di suoni e luci. Durante tutta la manifestazione, infine, verrà proiettato, nei locali interni della Gran Guardia, lo slide show “Glaciar Perito Moreno” a cura di Alessandro Gloder. Si tratta dell’ennesimo omaggio all’Argentina, di cui il ghiacciaio, visto da molteplici angolature da parte del talentuoso fotografo veronese, ne è uno dei simboli indiscussi.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione e per l’acquisto dei biglietti e gli abbonamenti consultare il sito www.lovefilmfest.it.