Philippe Daverio ospite di “L’attimo fatale”

Il 25 gennaio secondo appuntamento della rassegna dell'associazione Idem

“Il tempo nell’arte”. Questo il titolo del nuovo appuntamento de “L’attimo fatale”, la rassegna dell'associazione Idem giunta ormai alla sua ottava edizione. Ospite il 25 gennaio, alle 21 al Teatro Filarmonico, Philippe Daverio, che parlerà del tempo nelle espressioni artistiche, prendendo in esame alcune opere di Bernini, Michelangelo, Nadar e De Chirico. Per gli studenti dell’ateneo scaligero sono previste riduzioni, grazie a una convenzione con l’Esu di Verona.

Altri ospiti di rilievo nei prossimi appuntamenti della rassegna: il 15 febbraio sarà presente Valeria Golino, il 21 marzo Corrado Augias e il 9 maggio Stefano Benni, accompagnato dal noto pianista jazz Umberto Petrin. Il format degli incontri è di tipo teatrale, con musica dal vivo, immagini, filmati. Gli eventi sono inediti, ideati appositamente per la rassegna.

L’ingresso all’appuntamento, previsto fino alle 20.55, è riservato ai soli soci Idem. L’adesione può essere effettuata alla libreria antiquaria Perini, in via Sciesa  11,  al Verona Box Office in via Pallone 16 o attraverso il sito dell'associazione. La quota annuale di adesione è di 50 euro, 40 euro per chi rinnova, 30 euro per chi ha meno di trent'anni, e 25 euro per gli studenti universitari. Anche il personale tecnico e amministrativo e docente dell’ateneo potrà accedere a uno sconto del 30%, presentando il badge . L'adesione all’associazione dà diritto a partecipare gratuitamente a 13 appuntamenti: i 5 della rassegna “L’attimo fatale” e 8 a scelta del "Festival della Bellezza", manifestazione di eventi letterari, arte, filosofia, cinema e musica organizzata da Idem con il Comune di Verona, dal 3 al 12 giugno 2016 al Teatro Romano e al Giardino Giusti. Gli associati hanno inoltre diritto a uno sconto del 50% su altri biglietti per il Festival.

Philippe Daverio, di origine alsaziana, è critico, storico dell’arte, scrittore, e docente universitario. Collabora con varie riviste e quotidiani tra cui il Corriere della Sera, e ha ricoperto la carica di assessore alla Cultura e alle Relazioni internazionali del comune di Milano. È stato inoltre conduttore televisivo di trasmissioni sul mondo dell’arte, e ha fondato nel 2011 il movimento d’opinione “Save Italy”.

Programma e informazioni sono disponibili sulla pagina facebook e sul sito dell’associazione.

13.01.2016