Sara Cavatton e Paola Zorzan si aggiudicano il premio istituito dall’istituto veronese

L’Istituto veronese di documentazione, studio e ricerca biblioteca e archivio, Ivres, in occasione del decennale della sua fondazione, premia due tesi di laurea sul tema del lavoro delle donne. Le vincitrici del concorso, Sara Cavatton e Paola Zorzan, saranno premiate mercoledì 16 dicembre alle 10 all’Hotel San Marco di Verona.

Le tesi vincitrici. Sono sei gli studenti che hanno avanzato la propria candidatura partecipando al bando e presentando i propri lavori. Ad aggiudicarsi il premio Sara Cavatton con la tesi “Cucina sotto torchio: un genere di lettura femminile in Italia tra XV e XVI secolo” e Paola Zorzan con “Gender Diversity at Work. Il caso Alutea”. I lavori presentati andranno ad arricchire la documentazione dell’archivio di Ivres, accessibile a tutti.

Da alcuni anni IVRES è impegnato in un lavoro di ricerca storica e iconografica sulla presenza delle donne nel mondo del lavoro veronese. Dopo avere promosso un concorso fotografico sul tema del lavoro femminile e pubblicato la seconda edizione della mostra fotografica “I lavori delle donne, tanti diversi precari insostituibili” presentata al Dipartimento di Scienze giuridiche dell’università di Verona,Ivres nel marzo 2013,  ha proposto un bando per premiare la migliore tesi di laurea, discussa nell’ateneo veronese sul tema del lavoro femminile, con l’obiettivo di promuovere nel nostro territorio l’interesse e la maggiore conoscenza di un argomento ancora in parte poco indagato nelle sue connotazioni passate e del quale restano da scoprire le tante implicazioni nella nostra vita quotidiana.

Ascolta l’intervista a Sara Cavatton e Paola Zorzan realizzate dalla redazione di FAN.

10.12.2015