Rassegna cinematografica della Biblioteca Meneghetti sulle dipendenze

Da sempre il cinema ha cercato di raccontare la società senza filtri. Le dipendenze, che siano droga, alcool o la subordinazione al mondo virtuale, sono oggetto di studio da parte della cinematografia contemporanea. Per questa ragione la Biblioteca Meneghetti ha deciso di organizzare una rassegna dedicata al tema, intitolata In-dipendenze ,  costituita da un ciclo di 3 film. La prima proiezione è in programma mercoledì 11 novembre nell’aula B degli Istituti Biologici di Borgo Roma alle 20.30.

A inaugurare la rassegna il film "Disconnect", di Henry Alex Rubin, presentato fuori concorso alla 69° Mostra del cinema di Venezia. La pellicola racconta diverse storie di vita quotidiana, sconnesse l'una rispetto all'altra, ma con in comune la solitudine del singolo protagonista, vittima della comunicazione virtuale, che provocherà serie conseguenze nel loro destino. A fine proiezione interverranno Fabio Lugoboni, direttore dell’unità operativa di Medicina delle dipendenze, e Lidia Del Piccolo, docente di Psicologia clinica dell’ateneo.
A seguire le proiezioni "Smetto quando voglio", di Sydney Sibilia, in programma il 25 novembre, e "Drugstore cowboy", di Gus Van Sant, che sarà proiettato il 9 dicembre.
Una volta proiettati, i film saranno a disposizione degli utenti della biblioteca attraverso il servizio di prestito.

Ascolta l'intervista al Direttore della Biblioteca centrale "Meneghetti" Fabrizio Bertoli.

5.11.2015