L’università di Verona a Cosmobike

L’ateneo sarà in fiera dal 11 al 14 settembre per presentare progetti e iniziative dedicati alla mobilità ciclistica

La sostenibilità ambientale sta molto a cuore all’università di Verona, che da anni ha istituito "Sostenibilmente", una Commissione per l’educazione ambientale e risparmio energetico. Tra le sue iniziative anche il corso di perfezionamento e aggiornamento professionale in “Promotore della mobilità ciclistica”, presente dall’11 al 14 settembre in fiera a Verona in occasione di Cosmobike.

Durante la manifestazione l’ateneo sarà protagonista in tre momenti. Nella mattinata di venerdì 11 settembre collabora all’organizzazione della tavola rotonda “Il ruolo delle Regioni nella mobilità ciclistica” a cura della Fiab, la Federazione italiana amici della bicicletta. Interviene l’ing. Marco Passigato, mobility manager dell’università , che preseta il risultato del questionario sulle attività delle Regioni per la mobilità ciclistica e il master Plan della Regione Veneto.  Nel pomeriggio, invece, saranno premiati i  “promotori” del 1° corso, che si sono aggiudicati il premio Bike Friendly per servizi e attività che puntano a migliorare la ciclabilità urbana ed extraurbana.
Lunedì 14 settembre, infine, è prevista la presentazione del corso in “Promotore della mobilità ciclistica” all’interno di un incontro organizzato dagli ordini professionali di ingegneri e architetti di Verona e Provincia.

Tutte le informazioni su cosmobike sono disponibili qui, mentre per saperne di più sul corso di perfezionamento e aggiornamento professione di ateneo consultate la sezione dedicata sul sito univr.it.

td

10/09/2015