Bilancio Airc 2014: un capitolo dedicato al lavoro di Arc-Net

Il team d’ateneo coordinato da Aldo Scarpa tra le eccellenze della ricerca

Un ulteriore riconoscimento dell'eccellenza della ricerca di ateneo arriva dall’associazione italiana per la ricerca sul cancro. Nei giorni scorsi Airc e la Fondazione italiana per la ricerca sul cancro hanno pubblicato il bilancio relativo al 2014. Nel resoconto è stato dedicato un capitolo all’attività di ricerca di Arc-Net, team scaligero diretto da Aldo Scarpa.

La scoperta. Dopo  vent’anni di impegno nella lotta contro i tumori rari e in particolare quello del pancreas, i ricercatori di ateneo sono riuscito a individuare le cause di questa neoplasia. Il risultato è stato ottenuto grazie al sequenziamento dell’intero genoma del carcinoma che ne ha permesso la classificazione. Gli studi aprono a sviluppi sull'impuiego di terapie, già esistenti, che potrebbero permettere una maggiore personalizzazione delle cure per ogni paziente e un aumento delle probabilità di guarigione. Questo successo è stato possibile solo grazie alla miglior ricerca oncologica portata avanti dal team di Scarpa e al sostegno e alla costante valutazione dei risultati ottenuti lungo tutti gli anni della collaborazione da parte di Airc e Firc.

Il bilancio Airc 2014. 97 milioni di euro per finanziare oltre 575 progetti di ricerca e 143 unità operative che contano circa 5.000 ricercatori impegnati a lavorare per la prevenzione e la cura del cancro. Questa la sintesi più che positiva del lavoro svolto da Airc e Firc in collaborazione con i migliori scienziati di enti e università italiane.  Per questo motivo oggi più che mai Airc è importante per il Paese: tutta la migliore ricerca oncologica può contare su un sostegno solido e basato sulla valutazione del merito.

Per maggiori informazioni sull’attività di ricerca dell’Airc cliccare qui.

06.07.2015