Proiezioni cinematografiche per parlare di lavoro

Incontri organizzati da Scienze giuridiche e dalla Federazione autonoma bancari italiani

Al via, giovedì 16 aprile, il ciclo di proiezioni dedicate al lavoro “Cinema e lavoro 8” dedicata quest’anno a “Pane e rose: lavoro & diritti” organizzato dal dipartimento di Scienze giuridiche e dalla Fabi, Federazione autonoma bancari italiani. In questa ottava edizione si parlerà di difesa della vocazione al lavoro, stabilizzazione dei diritti e contratti con forte motivazione sociale. Le proiezioni, a ingresso libero, saranno ospitate nella sala G del dipartimento di Scienze giuridiche di via Carlo Montanari 9, alle 13.30 e le presentazioni dei film saranno tenute dai ricercatori di dipartimento.

Gli appuntamenti. Si inizia giovedì 16 aprile con la proiezione di “Smetto quando voglio”. Il film, diretto da Sydney Sibila, tratta di alcune professioni del mondo universitario, un ricercatore in neurobiologia, due latinisti improvvisati benzinai, un chimico che lavora come lavapiatti in un ristorante cinese, un economista abile nel calcolo matematico, un archeologo impiegato all’università e un antropologo disoccupato.

Giovedì 23 aprile il secondo appuntamento, realizzato in collaborazione con il coordinamento nazionale Fabi giovani, con la proiezione del film “Bread and roses”. La pellicola, diventata il manifesto del cinema di Ken Loach e considerato il suo primo film americano, affronta i temi dell’emigrazione e della dignità dei diritti, aspetti che solo quando incontreranno l’interesse dei media, l’informazione interpreterà le rivendicazioni in modo utile ai lavoratori.

Ultimo appuntamento mercoledì 6 maggio, organizzato dal coordinamento provinciale donne Fabi Verona, prevede la proiezione di “Dalle 9 alle 5… orario continuato”. Il film è di Colin Higgins, regista che ha saputo colorare le figure femminili della storia per farle diventare simbolo, nell’era di Ronald Reagan, della parità di trattamento sul posto di lavoro.

 

10.04.2015