Con l’estate nuove opportunità per la cultura

Per gli studenti un’estate di eventi teatrali, concerti e rassegne cinematografiche a prezzi agevolati

Prima il dovere poi il piacere.  Prima gli esami e quindi la meritata ricompensa. Concerti, spettacoli di prosa e danza e rassegne cinematografiche animeranno l’estate dei giovani a Verona. Gli eventi, selezionati nel calendario estivo di “Provincia in Festival”, saranno disponibili a prezzi agevolati per gli studenti dell’università, dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio Musicale di Verona, come prevede la convenzione stipulata tra Esu e l’assessorato alla Cultura della Provincia.

Le agevolazioni. L’idea, nata per promuovere la partecipazione degli studenti alla vita culturale della città, consente ai ragazzi, muniti della carta gratuita Esu al momento dell’acquisto dei biglietti, di ottenere sconti dal 20 al 40% sugli eventi. Quattro sono le rassegne oggetto delle agevolazioni. “Estate Teatrale Veronese” invita gli studenti a spettacoli di prosa e danza con una riduzione di 8 euro sui biglietti di platea e gradinata. I biglietti per i concerti di Davide Van De Sfroos, Hevia e Arisa, in programma nella rassegna “Verona Folk”, saranno acquistabili agli sportelli Box office in Via Pallone 12/a. Gli studenti potranno ascoltare Portishead, Negrita, Goran Bregovich e Iggy and the Stooges nell’ambito del “Villafranca Festival”, acquistando i biglietti agli sportelli Unicredit Banca. Rientra nella convenzione anche il “Film Festival della Lessinia”, il cui ingresso è consentito ai possessori dell’abbonamento previo il ritiro del biglietto Siae alla cassa del teatro, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Gli studenti che dall’1 al 18 agosto si presenteranno alla biglietteria della rassegna del teatro Vittoria, di Boscochiesanuova, otterranno una riduzione sul costo dell’abbonamento valido per l’intera programmazione cinematografica.

Obiettivo cultura. Fine della convenzione è rendere proposte culturali di qualità alla portata di ogni studente. La cultura è, infatti, uno dei requisiti essenziale nel percorso formativo di ogni ragazzo e la nuova collaborazione sinergica tra enti e organizzazioni del territorio segna un punto in favore dei giovani universitari. Studiare a Verona significa, infatti, vivere la città e il territorio a 360° potendone apprezzare le bellezze paesaggistiche e architettoniche e vivere la vasta offerta culturale e ludica che città e provincia scaligera offriranno nei quattro mesi estivi di “Provincia in Festival”.