Vivi tre giorni da manager

Presentato un nuovo progetto dell'assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Verona, di Manageritalia e dell'Ufficio Orientamento dell'ateneo

Dalla tesi di laurea alla scrivania del manager, un' esperienza formativa davvero unica per 15 giovani neolaureati. Presentato, in sala Arazzi del Comune di Verona, il progetto pilota “Vivi tre giorni da manager” promosso dall’Assessorato alle Politiche giovanili in collaborazione con ManagerItalia Verona e la direzione studenti Ufficio Orientamento al lavoro dell’università di Verona. A descrivere l'iniziativa l’assessore alla Politiche giovanili del Comune di Verona Alberto Benetti, Cinzia Accorsi di Manageritalia Verona e Alfonso Iorio di BDO spa.

Aziende nazionali e multinazionali. 15 giovani laureati dell’ateneo scaligero potranno apprendere specifiche competenze manageriali e vivere tre giornate lavorative affiancando un manager di una delle aziende nazionali e multinazionali aderenti all’iniziativa: B D O , Berner, Genzyme, W.L.Gore & Associati, Renience, Roxcel Italia, Sirona, Telegiros, TNT, Vicentini, Viessmann, Volkswagen e Unicredit. I ragazzi, selezionati tra 70 giovani laureati hanno in primis trascorso un'intera giornata a Palazzo Barbieri dove sono stati introdotti alle competenze manageriali di base (ascolto, responsabilità, gestione conflitti, sopportare frustrazioni e stress, motivare, coinvolgere ecc.), indispensabili per gestire aziende, persone e raggiungere risultati.

Nuove competenze. Nei prossimi giorni saranno affiancati per tre giornate a diversi manager, accompagnandoli nelle loro attività. “A seguito del fattivo rapporto di collaborazione instauratosi con Manageritalia e con l’università – commenta l’Assessore alle Politiche giovanili – abbiamo potuto avviare questa nuova iniziativa, che mi auguro possa risultare una felice occasione per giovani laureati meritevoli per acquisire nuove competenze e per riuscire a comprendere, attraverso un’esperienza diretta con importanti manager, come potrebbe essere il loro futuro professionale in azienda e nel mondo del lavoro in generale”.