Concorso internazionale giovani musicisti Antonio Salieri

Presentata la seconda edizione del concorso dedicato ad Antonio Salieri

Il Palazzo Scaligero apre le porte alla musica. Presentata dall’assessore alla Cultura e identità Veneta Marco Ambrosini la seconda edizione del “Concorso internazionale giovani musicisti Antonio Salieri”. Il concorso si terrà a Legnago l’ 8, 9, 10 e il 15, 16, 17 aprile 2011.Presenti anche il consigliere con delega alla Cultura del Comune di Legnago Ester Bonfante;  Domenico Ardolino, Emanuela Mattioli Ghellere e Davide De Togni, rispettivamente presidente, vicepresidente e direttore artistico dell’associazione “Scuola d’Istrumenti ad arco Antonio Salieri”.

Il concorso. Indirizzato a giovani musicisti e cantanti di qualsiasi nazionalità, in veste solistica e in gruppi da camera,il concorso nasce da una duplice esigenza: valorizzare l’azione della formazione musicale svolta dall’associazione “Scuola d’Istrumenti ad Arco Antonio Salieri” e contribuire alla promozione della cultura nei giovani studenti che devono essere supportati e indirizzati verso una futura professione artistica.“E’ un onore presentare e sostenere la seconda edizione di questo concorso così importante per Legnago. – afferma Ambrosini – La città rappresenta un centro culturale-musicale significativo nonché città natale dell’illustre musicista Antonio Salieri e meta importante per i giovani musicisti a cui viene data quest’opportunità”. Novità di quest’edizione sarà l’estensione del concorso ad una fascia d’età fino ai 30 anni. Dieci le  sezioni a cui potersi iscrivere: pianoforte, fisarmonica, archi, chitarra/arpa, canto, pianoforte a quattro mani, gruppi di fisarmoniche (dal duo al quintetto), orchestre di fisarmoniche (minimo 12 elementi), duo musica da camera e gruppi (da 3 a 5 elementi) di musica da camera. “Già la prima edizione di questo concorso – spiega Bonfante – ha visto una forte partecipazione di giovani musicisti, ottenendo anche un buon successo di critica. Motivi, questi, che ci hanno spinto a sostenere nuovamente il progetto di indubbio valore culturale”.“Un ulteriore riconoscimento al valore della nostra iniziativa – afferma Ghellere – è la presenza di musicisti di rinomata fama nazionale e internazionale come membri o presidenti delle giurie esaminatrici dei singoli strumenti”. E prosegue: “Tra le novità di quest'anno abbiamo l'apertura delle selezioni anche alle fisarmoniche, strumenti spesso poco considerati che invece meritano di essere riscoperti”.

 

Selezioni.Le selezioni si svolgeranno, come per la precedente edizione, al Ridotto del Teatro Salieri, al Centro Ambientale Archeologico, nella Fondazione Fioroni e nell’Auditorium Piccolo Salieri di Legnago nelle date 8/9/10 e 15/16/17 aprile. Le premiazioni si terranno al termine di ogni serata.

Finalisti e premi. I primi classificati di ogni sezione e categoria che, a giudizio delle giurie, si saranno distinti per spiccate qualità artistiche, potranno essere selezionati per partecipare al “Premio Antonio Salieri” che quest’anno sarà destinato ad un solo musicista e consiste nell’assegnazione di una borsa di studio di € 1.000,00, nella partecipazione a due concerti, diploma d’onore e targa. I finalisti si esibiranno lunedì 18 aprile 2011 alle ore 20.45 al Teatro Salieri di Legnago. I vincitori dei concerti-premio avranno la possibilità di esibirsi all’interno di importanti istituzioni concertistiche, quali: la rassegna musicale “Musica in Salotto” di Legnago, la rassegna di concerti presso l’Accademia della Steinway Society di Verona, il “X Festival Internazionale della Fisarmonica” a Villa Bertoldi di Settimo di Pescantina. Il pianista e il gruppo cameristico che fra tutti i partecipanti si saranno distinti per qualità tecnico-artistiche, avranno la possibilità di frequentare una masterclass presso l’Accademia della “Steinway Society” di Verona. La giuria potrà assegnare uno o più diplomi di merito ai candidati che si distingueranno per l’interpretazione di opere del grande pianista ungherese F. Liszt (1811-2011) nel bicentenario della nascita. Inoltre verranno assegnati diplomi di merito ai musicisti che avranno dimostrato particolare maturità e capacità tecnico/artistica nell’esecuzione dei brani.