Gli "Incontri con l'autore" in Frinzi

E' partita l'edizione primaverile di "Io scrivo, tu mi leggi" alla biblioteca Frinzi

Ripartono i mercoledì di “Io scrivo,tu mi leggi” dedicati alle nuove proposte editoriali. Il ciclo primaverile di incontri con l’autore, partito il 2 marzo, ospiterà fino alla fine di maggio altri dieci incontri e una mostra che rimarrà aperta fino all’8 maggio. Gli ambiti dei quali si occuperanno i vari relatori andranno dalla linguistica alla narrativa, dall’architettura alla filosofia, dalla poesia al cinema. Tutti gli incontri sono aperti al pubblico, inizieranno alle 17.30 e si svolgeranno al secondo piano della biblioteca Frinzi.

Il pomeriggio del 16 marzo sarà dedicato al concetto di “rappresentazione” dalla sua identificazione con lo spettacolo teatrale alla crisi novecentesca. Marco De Marinis, docente di storia del teatro e dello spettacolo, Nicola Pasqualicchio, ricercatore dell’università di Verona, e le collaboratrici della rivista “Culture teatrali”,  presenteranno il numero monografico della rivista dal titolo “Rappresentazione/ Theatrum Philosophicum”.

Un confronto tra l’edilizia e la bellezza paesaggistica della conca di Negrar, verrà discusso il 23 marzonell’ambito della presentazione del volume “Negrarizzazione. Speculazione edilizia, agonia delle colline e fuga della bellezza” di Gabriele Fedrigo.

Il recupero del pensiero filosofico antico applicato alla formazione del personale sanitario. È questo l’argomento del libro“Pietra filosofale della salute. Filosofia antica e formazione in medicina” di Linda M. Napolitano Valditara, docente di storia della filosofia antica, che verrà presentato il 30 marzo.

Il 5 aprile, sempre alle 17.30, si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica curata da Silvano Tommasoli “Fotografia tra arte e società: Filippo e Fausto Tommasoli, la parola e l’immagine. Assonanze tematiche tra arte, letteratura e fotografia nel ‘900”. La mostra rimarrà aperta fino all’8 maggio con orario dalle 8.15 alle 23.15.

Il 6 aprile si passa alla poesia. Gian Paolo Marchi, docente di letteratura italiana, presenterà la raccolta di poesie “Le morose vece: sonetti d’amore sugli anni della giovinezza” di Armando Lenotti. Il 13 aprile invece, verrà presentato, dai due autori Franco Pajno Ferrara, docente di Neuropsichiatria infantile e Danilo Castellarin, giornalista, il volume “Per fare un albero ci vuole un fiore”, sull’evoluzione del bambino espressa in forma narrativa. Dopo la pausa pasquale, l’incontro del 27 aprile sarà dedicato alla presentazione dei volumi  “From International to local english and back again” a cura di Roberta Facchinetti, David Crystal, Barbara Seidlhofer, e “Studies on english modality” a cura di Roberta Facchinetti e Anastasios Tsangalidis.

“Sapore di nebbia”. Il primo incontro di maggio, in scaletta il giorno 4, tratterà l’ultima raccolta del poeta Gilberto Antonioli, presentata da Arnaldo Soldani e  Giuseppe Chiecchi, dell’università.

“Colette. Una scrittrice al cinema. Recensioni e riflessioni” il volume, a cura di Paola Palma, docente di Cinema e fotogiornalismo, che raccoglie e traduce per la prima volta in italiano gli scritti sul cinema di Colette verrà proposto al pubblico l’11maggio. Il 18 maggio si discuterà dell’importanza dei saggi sulla narrativa di Maria Jesús Lacarra contenuti nella raccolta “Saggi sulla narrativa breve castigliana medievale” curata da Gaetano Lalomia.

L’ultimo incontro dell’edizione marzo/maggio 2011 della rassegna “Io scrivo, tu mi leggi”, in programma il 25 maggio, avrà come protagonista il volume di Giorgio Graffi, docente di linguistica, “Due secoli di pensiero linguistico. Dai primi dell’Ottocento ad oggi” che illustra la riflessione sul linguaggio dall’Antichità classica ad oggi.

Agli studenti partecipanti potranno essere riconosciuti crediti liberi nella misura stabilita da ciascun Consiglio di Facoltà. Per maggiori informazioni rivolgersi alle segreterie di facoltà.