Lo sport unisce gli Atenei

Verona e Pisa danno il via al master in Teoria e tecniche della preparazione atletica nel calcio

Le università di Verona e Pisa unite nella promozione dello sport attraverso un programma di studi all’avanguardia: un master universitario che ha come tema il calcio e che ospita esperti a livello internazionale. Federico Schena della Facoltà di Scienze Motorie dell'università di Verona e Marco Gesi del dipartimento di Morfologia Umana e Biologia Applicata dell’università di Pisa hanno collaborato per rendere possibile la nascita di un nuovo corso di studi di alto livello e all’avanguardia: il master in Teoria e tecniche della preparazione atletica nel calcio.

L’obiettivo. Iniziato nel dicembre 2010, questo programma di studi inter-universitario, gode del patrocinio dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc) e del supporto di Renzo Ulivieri direttore della Scuola allenatori del settore Tecnico di Coverciano, oltre alla collaborazione dall'associazione italiana allenatori calcio (Aiac) e dell'associazione italiana preparatori atletici calcio (Aipac). Il corso è rivolto ai laureati in Scienze Motorie che siano interessati ad acquisire una preparazione tecnica per il mondo del calcio. L’obiettivo del master è fornire gli  insegnamenti teorici e pratici per essere in grado di elaborare e condurre programmi di preparazione fisica per calciatori di squadre sia professionistiche che dilettantistiche.

“Il coinvolgimento di docenti con esperienza pratica presso squadre professionistiche e dilettantistiche – spiega Schena – consente di mostrare diversi approcci e strategie di allenamento, le problematiche di ciascuna categoria e le possibili soluzioni adottate da esperti del settore. All'allievo viene offerta una ampia gamma di attività che lo mettono in grado di pianificare e condurre programmi di preparazione atletica nelle diverse fasi della stagione agonistica, di ricondizionamento degli atleti infortunati, ma anche di effettuare in modo corretto i più comuni test di valutazione per la verifica dell’efficacia degli interventi. Inoltre, l'allievo sarà capace di analizzare in modo appropriato i risultati dei test di valutazione così come i dati raccolti per il controllo del carico di allenamento”. Il master sarà riconosciuto tra i titoli valutati nella selezione al corso per preparatori atletici di Coverciano. Le lezioni teorico-pratiche si svolgeranno alla facoltà di Scienze Motorie di Verona, all'università di Pisa e al centro tecnico federale di Coverciano.

I protagonisti. Il master è basato su un approccio evidence based all’attività sportiva e potrà contare su docenti di elevata qualificazione scientifica internazionale con specifica e documentata attività di ricerca nell’ambito del calcio. Alcuni esempi? Nicola Maffiuletti, direttore del laboratorio di ricerche neuromuscolari della Schuthess Clinic (Fifa medical center of excellence) di Zurigo, Mario Bizzini dello stesso centro, Marcelo Iaia, fitness coach assistant del Manchester United, Francesco Peroni vicepresidente Aipac e preparatore atletico professionista, Ida Nicolini, docente dell’Università di Pisa, Franco M. Impellizzeri, del Centro ricerca per lo Sport, montagna, e salute dell’Università di Verona a Rovereto, Ermanno Rampinini, responsabile del laboratorio di valutazione funzionale del centro Mapei sport di Castellanza (Varese), Duccio Ferrari Bravo, preparatore atletico dei settori giovanili della Juventus e presidente Aipac Lombardia, Maurizio Fanchini, preparatore atletico di calcio dell’Università di Verona. Federico Schena e  Carlo  Capelli della facoltà di Scienze Motorie sono membri del consiglio congiunto del master.