La Caritas veronese si è attivata per raccogliere fondi destinati al sostegno della popolazione haitiana

Come avevamo già anticipato con un articolo precedente, anche Verona si è mobilitata per aiutare le vittime del devastante terremoto di Haiti. L’appello lanciato dalla Caritas Veronese per una raccolta fondinon è rimasto inascoltato.

La generosità dei veronesi. In questi giorni ben 70 parrocchie hanno bussato alla porta della Caritas di Lungadige Matteotti per offrire il proprio sostegno ai terremotati. Grazie alla generosità dei veronesi, la popolazione haitiana potrà quindi beneficiare di 150 mila euro che andranno a sostenere i progetti di accompagnamento e ricostruzione che la Caritas italiana sta approntando per i prossimi mesi.

La situazione ad Haiti. Intanto Haiti cerca di tornare alla normalità dopo il terremoto che ha lasciato sotto le macerie 170 mila vittime e un milione di senzatetto. Una normalità che comincia dalla riapertura di alcune scuole e dalla ricostruzione. Caritas si sta impegnando per assicurare assistenza sanitaria, igienica e sopravvivenza a più di 20 mila famiglie con bambini. In questo momento è infatti indispensabile tutelare i minori privilegiando la loro permanenza nelle comunità di appartenenza.

L'intervento della Caritas. Già all’indomani del terremoto la Caritas ha portato aiuti alla popolazione. Caritas Haiti, grazie al coordinamento con 58 sacerdoti e responsabili di comunità attivi in 32 parrocchie, al sostegno dell’intera rete Caritas, di un team giunto appositamente a Port-au-Prince e di migliaia di volontari è riuscita a distribuire in modo mirato quanto era già nei diversi centri Caritas e a far arrivare generi di prima necessità soprattutto dalla Repubblica Dominicana, evitando così il congestionamento dell’aeroporto. Per i prossimi due mesi 200 mila persone riceveranno un aiuto concreto che consisterà in un kit alimentare, dal costo di 35 euro, che conterrà provviste per una famiglia per 1 settimana, kit igienici, rifugi temporanei, attrezzatura di prima necessità per cottura di alimenti. Nei 20 campi di sfollati presenti sull’isola saranno anche allestite 2 tende: una destinata all’avvio di attività formative, educative e di assistenza ai bambini; la seconda come spazio sociale destinato agli adulti, dove grazie ad attività di orientamento e di ascolto viene offerto sostegno psicologico.

Per contribuire. Ma bisogna fare ancora di più, per questo la raccolta continua. Per sostenere: causale “Terremoto di Haiti” si possono inviare offerte a : Caritas Diocesana Veronese; Antoneveneta Gruppomontepaschi IBAN IT 86 T 05040 11704 000008133268 Codice Filiale 01263; Unicredit Sede di Verona – IBAN IT 10 I 02008 11770 000005616284; C.C.P. 10938371 . Oppure: per coloro che intendono beneficiare delle detrazioni fiscali: Associazione di Carità San Zeno Onlus- Verona – Lungadige – Matteotti n. 8, Antonveneta Gruppomontepaschi – IBAN IT 04 P 05040 11704 000004921913 Codice Filiale 01263 .