Verona dedica un parco alle vittime del Covid 19

Presente alla cerimonia il presidente della Scuola di Medicina e chirurgia, Giuseppe Lippi

Un minuto di silenzio. Sessanta secondi che, da nord a sud, uniscono il Paese nel ricordo. L’Italia ha celebrato, il 18 marzo, la Giornata nazionale delle vittime del Covid. E Verona ha dedicato un parco a tutti i cittadini che, in questi due anni, hanno perso la vita per il virus che ha stravolto il mondo. Il 18 marzo 2020 l’Italia intera era in lockdown e tutti i media trasmettevano le immagini della colonna di mezzi militari che, a Bergamo, trasportava le salme. Un conteggio pesante. Solamente nei mesi di novembre e dicembre di quel primo anno di pandemia, Verona registrava un +120% dei decessi. Cittadini che non ci sono più e che, in tanti casi, se ne sono andati senza i familiari al loro fianco.

Una ferita difficile da chiudere, ma che la città cerca di lenire con la vita, quella di una nuova area verde, al Saval, in uno dei quartieri più popolosi, assieme ai bimbi della scuola dell’infanzia Santa Maria Regina. Questa mattina il sindaco, Federico Sboarina, ha intitolato il parco che si trova tra via Emo, via Delle Aste e via Da Mosto alle ‘Vittime del Covid-19. In memoria dei medici, del personale sanitario e di tutte le vittime’. La città si è fermata per un minuto di silenzio. E i bimbi hanno poi cantato per far ripartire lo scorrere del tempo.

Presente in rappresentanza dell’università di Verona Giuseppe Lippi, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia. Con lui tante le autorità intervenute: il Prefetto Donato Cafagna, il Vescovo monsignor Giuseppe Zenti, gli assessori Stefano Bianchini, Ilaria Segala, Luca Zanotto, Marco Padovani, i consiglieri comunali Anna Leso, Paola Bressan, Daniele Perbellini, Massimo Paci, il presidente della terza Circoscrizione Claudio Volpato. E ancora il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Callisto Marco Bravi, per l’Ordine dei Medici Anna Tomezzoli, la rappresentante dell’Ordine delle professioni infermieristiche Lorella Bonetti, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Vittorio Francavilla e il tenente colonnello del Comfoter di Supporto Antonio Maritato.

 

Contributo Agenzia di stampa Verona Comune