Il Festival del Futuro giunge alla sua terza edizione

La giornata di apertura di giovedì 18 novembre vedrà la partecipazione del magnifico rettore Pierfrancesco Nocini

L’università di Verona è partner scientifico della terza edizione del Festival del Futuro, promosso da Gruppo Editoriale Athesis, Harvard Business Review Italia ed Eccellenze d’Impresa. Nella giornata di apertura di giovedì 18 novembre, dalle 14 alle 15.15,  nella sede di VeronaFiere, si terrà la conferenza “Dopo la pandemia: come affronteremo le future crisi globali”, organizzata dall’ateneo in collaborazione con Humanitas, con la partecipazione del magnifico rettore Pier Francesco Nocini.

Durante la conferenza interverranno Roberto Giacobazzi, docente di Informatica e prorettore vicario dell’università di Verona, Mario Nava, direttore generale per le riforme della Commissione europeaAlberto Mantovani, direttore scientifico di HumanitasSergio Abrignani, docente di Patologia generale all’università di Milano.

Il tema centrale di questa terza edizione sarà “La grande transizione: dal new normal al never normal – La nuova onda di innovazione che cambierà il mondo”. Tematiche di grande attualità che studenti e studentesse dell’università di Verona potranno approfondire ascoltando gli interventi di leader nei loro settori, tra cui imprenditori, politici, docenti, opinion leader, innovatori e molti altri profili di grande ispirazione per le nuove generazioni. Gli interventi proseguiranno anche nelle due giornate successive di venerdì 19 e sabato 20 novembre. Il festival del Futuro 2021 sarà un grande evento in presenza, che sarà possibile seguire anche in streaming su 16 piattaforme online.

Maggiori informazioni e il programma dettagliato sono disponibili sulla pagina del Festival.