OVER TIME: indagare il rapporto tra essere umano e ambiente naturale

L’Università di Verona ospita la quarta tappa del progetto dell’artista Laura Pugno

In occasione di ArtVerona e grazie alla collaborazione con l’Associazione culturale AGIVERONA, l’ateneo propone la visione del video Over Time di Laura Pugno, venerdì 15 ottobre alle 17.30, nell’aula magna Silos del Polo Santa Marta, in via Cantarane 24.

L’Università degli Studi di Verona ospita la quarta tappa del progetto Over Time dell’artista Laura Pugno, vincitore della IX edizione di Italian Council (2020), programma di promozione internazionale dell’arte italiana della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.
L’evento, in concomitanza con la 16a edizione di ArtVerona in programma dal 15 al 17 ottobre 2021, verterà sulla proiezione di un’opera video a tre canali della durata di 15’ ciascuno, proiettati in simultanea, che indagano il rapporto tra essere umano e ambiente naturale, da sempre al centro della ricerca di Laura Pugno, attraverso lo sguardo sulla neve, materia insieme potente e vulnerabile, che condiziona climi, sistemi di vita ed economie. Over Time sviluppa l’indagine sulla neve intrapresa dall’artista nel 2018 e condotta nei diversi linguaggi del disegno, scultura, fotografia, installazione e in un ciclo di opere su carta dedicate al fotografo Wilson Bentley, che a fine Ottocento immortalò per primo i fiocchi di neve. Il titolo del progetto, gioca sulla nozione di tempo, quello contingente dello stato fisico transitorio della neve e quello geologico della formazione dei ghiacciai, in relazione all’urgenza di agire per contrastare gli effetti del riscaldamento globale.
Alle 18 è previsto un dialogo a più voci con l‘artista, il curatore Andrea Lerda, e i docenti dell’università di Verona Luca Bochicchio, docente di Storia dell’arte contemporanea e Matteo Nicolini, docente di Diritto pubblico nonché responsabile della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile. Nel corso degli ultimi anni, un’attenzione crescente verso le urgenze ambientali ha caratterizzato la ricerca di numerosi artisti in tutto il mondo. L’arte, molto spesso in dialogo transdisciplinare con altri ambiti, adotta i linguaggi a sua disposizione per proporre riflessioni e attivare visioni speculative. Il talk è l’occasione per esplorare – a partire da Over Time e dalla ricerca dell’artista – una serie di altre opere che affrontano le problematiche ecologiche contemporanee attraverso differenti approcci visivi e tematici.

Il progetto è realizzato in collaborazione con il MUSE – Museo delle Scienze di Trento, il DISAFA, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università degli Studi di Torino e di otto istituzioni artistiche, italiane ed estere, che ospiteranno gli altri appuntamenti: oltre all’Associazione Culturale AGIVERONA con l’Università di Verona, la Fondazione Zegna a Trivero Valdilana, Cittadellarte Fondazione Pistoletto a Biella,, la Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT nell’ambito del public program delle
OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino e all’estero il Musée Gassendi / CAIRN Centre d’Art di Digne-les-Bains (Francia), le istituzioni non profit A Tale of A Tub a Rotterdam (Paesi Bassi), SÜDPOL, Lucerna (Svizzera) e il Centre d’Art Contemporain di Ginevra (Svizzera).

Prenotazione obbligatoria a questo link.

Ingresso consentito su presentazione prenotazione e Green Pass in corso di validità.