“64K Stunning running”, la gara di programmazione di #DM20

La competizione si è svolta in collaborazione con il museo dell'Informatica ed Umana

Dal 20 al 24 novembre si è svolto il Digital meet che ha proposto la “64K Stunning running”, con la collaborazione del museo dell’informatica del dipartimento di informatica ed UMANA . È una gara rivolta a studentesse e studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Al centro della competizione c’era la programmazione del mitico Commodore 64, computer più venduto al mondo.

Durante l’incontro di lancio, i concorrenti hanno potuto partecipare a una breve visita virtuale guidata al Museo di Storia dell’Informatica dell’ateneo scaligero. I tour guidati sono sempre possibili, gratuiti e comprensivi di un laboratorio di programmazione opzionale.

La sfida era indagare riguardo i metodi di realizzazione dei programmi con uno spazio di memoria così limitato e senza le potenti ed eleganti istruzioni degli attuali linguaggi come Python, Java, C. Il C64 mette a disposizione 39 Kbyte di memoria RAM ed un linguaggio interpretato particolarissimo, il BASIC V2, costituito da 71 comandi complessivi fondati sui quei principi del coding che, in quanto tali, sono alla base anche dei moderni linguaggi di programmazione. Ad aggiudicarsi il primo posto sono i giovani studenti, frequentanti la scuola secondaria di secondo grado “Luciano dal Cero”, che hanno curato la validazione dell’input realizzando un’interfaccia decorata con colori e suoni.