Formazione per professionisti che lavorano  con famiglie Lgbt

Il 13 e 14 febbraio si è tenuto il convegno finale del progetto Erasmus+ Doing Right(s)

Il dipartimento di Scienze umane dell’ateneo capofila del progetto Erasmus+ Doing Right(s) con il gruppo costituito da Federica de Cordova, ricercatrice in Psicologia sociale, Chiara Sità, docente di Pedagogia generale e sociale, e Giulia Selmi, assegnista. L’iniziativa, cofinanziata dal programma europeo Erasmus+, ha avuto come tema la formazione dei professionisti che lavorano con le famiglie Lgbt+ e ha coinvolto anche l’Università autonoma di Barcellona, l’Accademia polacca delle Scienze, l’Agenzia sanitaria e sociale dell’Emilia Romagna e le associazioni Casal Lambda in Spagna e Tolerado in Polonia.

Il lavoro, durato 28 mesi, ha avuto come obiettivo delineare principi e contenuti di una formazione di base per professionisti e professioniste dell’ambito educativo e sanitario, sociale e legale, che possano trovarsi a lavorare con famiglie in cui almeno un componente si identifichi come persona transessuale, transgender o non eterosessuale. La formazione è stata pensata come una risorsa per porsi in maniera rispettosa dell’esperienza di queste famiglie, garantirne la cura e l’inclusione all’interno dei servizi pubblici e della società.

I risultati finali sono stati raccolti in una guida rivolta ai professionisti che nella loro pratica incontrano genitori Lgbt e i loro figli. Inoltre, attraverso diversi step di ricerca sul campo nei tre Paesi partner e in Gran Bretagna, il progetto ha consentito di identificare i principali bisogni formativi dei professionisti per delineare un set di competenze chiave per il lavoro con genitori Lgbt e i loro figli. È stato anche sviluppato un curriculum transnazionale, cross-settoriale e interdisciplinare che comprende un insieme di schede didattiche utilizzabili da chi fa formazione su tematiche connesse al genere, all’omogenitorialità, alle famiglie, implementato e valutato per la prima volta durante la summer school internazionale svoltasi in ateneo nel settembre 2019.

Il convegno finale, svoltosi il 13 e 14 febbraio in Emilia Romagna, ha visto la presentazione dei risultati del progetto, lo svolgimento di workshop formativi rivolti a personale sanitario, sociale ed educativo, e il confronto con esperienze europee di enti locali che hanno lavorato per favorire l’inclusione delle famiglie Lgbt.

Tutti i materiali e i report del progetto, disponibili in più lingue, sono consultabili sul sito www.doingrights.eu.