L’ateneo diventa plastic free

Borracce in regalo alle neo matricole per ridurre la plastica e tutelare l'ambiente

Limitare l’uso della plastica attraverso la distribuzione di borracce in metallo. Così l’università di Verona aderisce alla campagna #StopSingleUsePlastic, condividendo l’accordo siglato dalla Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui) con l’associazione Marevivo e il Consorzio nazionale interuniversitario per le scienze (Conisma).

In occasione delle immatricolazioni al nuovo anno accademico, a ogni iscritto sarà donata una borraccia in metallo blu elettrico. Più capiente (0,75 litri) delle bottigliette monouso in plastica comunemente utilizzate, il gadget per le neo matricole non rinuncia alla praticità di un formato compatto.

La borraccia colorata, infilata nella tasca dello zaino, rappresenta un piccolo gesto che aiuta l’ambiente, e un segnale per dire no a 11,5 miliardi di bottiglie in plastica bevute ogni anno dagli italiani.

L’intento della campagna #StopSingleUsePlastic è molteplice: oltre a disincentivare l’uso delle bottigliette monouso, essa intende incrementare l’utilizzo di erogatori di acqua senza bicchieri di plastica, e aumentare la diffusione di macchine del caffè con l’opzione senza bicchieri, per incoraggiare consuetudini più sostenibili come l’uso di tazze personali.

L’accordo riflette le posizioni del Parlamento europeo e la proposta legislativa della strategia europea per la plastica che, se approvata in via definitiva, a partire dal 2021 vieterà la vendita di molti articoli in plastica monouso.