Le novità del Progetto Tandem

L’importanza di un collegamento tra scuole e università

Torna anche per il nuovo anno accademico il progetto Tandem, che dà la possibilità di frequentare gratuitamente, all’università, corsi tenuti da docenti universitari. Numerosi gli insegnanti e gli studenti delle classi III, IV e V presenti alla presentazione del progetto che si è tenuta venerdì 21 settembre, nell’aula A del Palazzo di Economia.

TandemAd accogliere docenti e insegnanti il rettore Nicola Sartor che ha sottolineato l’importanza del progetto. A seguire, gli interventi di Giorgio Gosetti, delegato del rettore al Diritto allo studio e alle politiche giovanili e Alessandra Tomaselli, delegato del rettore alla Didattica. I corsi proposti, le novità e le scadenze più importanti sono state illustrate da Maurizia Pezzorgna dell’ufficio Orientamento allo studio e referente del progetto.

Giorgio Gosetti ha ricordato l’importanza di Tandem all’interno del più ampio progetto di orientamento universitario. Inoltre, da quest’anno Tandem fa parte di un piano strategico che ha come obiettivo quello di favorire la continuità del percorso universitario. Delle novità di quest’anno ci ha parlato Giorgio Gosetti:

I veri protagonisti di quest’iniziativa sono gli studenti e le studentesse che, per la prima volta, si interfacciano con il mondo universitario. Un’esperienza fondamentale per non sbagliare in futuro il corso di laurea da scegliere. Abbiamo chiesto a due studentesse, Greta e Vittoria, della classe IV del Liceo Scientifico “Angelo Messedaglia”, cosa pensassero del progetto:

Ad accompagnare i ragazzi delle superiori ci sono i loro insegnanti che da diciassette anni contribuiscono a rendere Tandem un progetto utile ai loro studenti e partecipato. Cristian Pasini, docente di Scienze naturali dell’istituto “Alle Stimate”, ha sottolineato l’importanza di un collegamento tra le scuole superiori e l’università:

Allegati