Le note di Handel nella chiesa di San Fermo Inferiore

Domenica 17 giugno il coro dell’università si esibirà in alcune opere del compositore tedesco

Domenica 17 giugno alle 21 nella chiesa di San Fermo Inferiore, il coro dell’università di Verona si esibirà, con la direzione di Marcello Rossi Corradini,  in un concerto dedicato a Georg Friedrich Händel.

Per raccontare al meglio la musica del compositore tedesco e la sua evoluzione, il programma dell’evento è suddiviso in due parti che rendono omaggio a due diverse fasi creative dell’autore.

La prima parte comprende una selezione di alcuni brani tratti dalla cantata Aminta e Fillide, un’opera giovanile dove si riesce a  individuare il germe del temperamento drammaturgico del compositore. A chiusura di questa sezione sarà eseguito il celebre duetto “Son nata a lagrimar” dell’opera “Giulio Cesare” che porta alla luce un‘ulteriore evoluzione dello stile compositivo. La seconda parte risale, invece, al periodo in cui Handel era compositore  di corte a Cannons. La sezione si apre con il concerto grosso in Sol maggiore e comprende l’inno “My song shall be alway”, originato da stralci del Salmo 89 ad uso della liturgia anglica

Il coro dell’università di Verona è stato fondato nel 2001 come gruppo studentesco e offre agli studenti veronesi la possibilità di approfondire la propria inclinazione musicale attraverso l’attività corale, seminari di vocalità e concerti. Il repertorio del coro non è limitato soltanto alla musica classica, ma spazia tra diversi generi e periodi arrivando ad accontentare anche il gusto più pop e contemporaneo.