Studi danteschi: si è chiusa a Verona la Scuola estiva

Sulla scia della summer school nasce un accordo internazionale con la university of Notre Dame, Usa

Si è conclusa il 27 agosto l’edizione 2016 della Scuola estiva internazionale in studi danteschi. Nata grazie alla solida collaborazione tra l'università Cattolica del Sacro Cuore, il centro dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna e l'università di Verona, la summer school ha offerto corsi, seminari e conferenze tra le sedi Verona e Ravenna. Circa 20 gli studenti partecipanti, provenienti non solo dall’Italia ma anche da Germania, Cina e Stati Uniti.

La Scuola rappresenta per docenti e studenti un momento prezioso di scambio di esperienze, un arricchimento reciproco necessario per comprendere più a fondo la complessità e la grandezza dell' "altissimo poeta". Nell’edizione 2016 è stato consolidato anche il taglio internazionale del percorso formativo grazie alla partecipazione di docenti stranieri, provenienti dalle università statunitensi di Berkeley e Notre Dame. E proprio con la university of Notre Dame l’università di Verona ha attivato un programma di scambi internazionali. “I nostri dottorandi, studenti e docenti – spiega Paolo Pellegrini, docente di Letteratura e linguistica italiana di ateneo – potranno trascorrere un periodo di studio a Notre Dame, che può essere considerato il centro americano più grande e importante per gli studi danteschi. L’accordo ci consentirà anche di ospitare studiosi americani. L’università di Verona conferma, ancora una volta, la sua vocazione internazionale”.

29.08.2016