Il taglio della differenza

Venerdì 2 ottobre inizia il Grande Seminario di Diotima

Saranno Chiara Zamboni, docente di Filosofia del linguaggio dell’università di Verona e Lucia Bertell, di Studio Guglielma ricerca e creazione sociale, a inaugurare il Grande Seminario della comunità filosofica di Diotima con l'incontro "Tu che ti nascondi dentro tutti i nomi". L'appuntamneto è in programma venerdì 2 ottobre in aula T1 del Polo Zanotto dalle 17.20. Il grande seminario di Diotima, intitolato "Umanità dissestata. La scommessa femminista oggi" proseguirà per i successivi venerdì fino al 6 novembre con lo stesso orario.

Il seminario si propone di affrontare una serie di questioni: ordine simbolico e ordine sociale, immanenza e trascendenza, radicalità, tecnoscienze, eccedenza e contraddizioni. L'obiettivo del ciclo è interrogare il presente, sapendo, come si legge nel documento di presentazione del seminario, che "l'armonia statica è una rappresentazione mortifera della realtà e chi la persegue lo ha sempre fatto tagliando via ciò che è eccentrico, vitale, non accetto". Occorre quindi "contrattare le linee generali dei movimenti di realtà più ampi".
La scommessa del femminismo è e rimane aperta perché, come sostiene Françoise Collin, non ci sono politiche che possano esaurirla.

La presentazione del seminario e il programma completo si possono consultare visitando il sito di Diotima: http://www.diotimafilosofe.it/

Il seminario vale come crediti F per il corso di laurea di Filosofia.

30.09.2015