Gli studenti veronesi trionfano ai Campionati nazionali universitari

Sette le medaglie conquistate su un totale di nove discipline

E’ rientrata a Verona da qualche settimana la delegazione studentesca che ha preso parte ai Campionati nazionali universitari (Cnu). Oltre 4000 studenti iscritti ai vari atenei italiani si sono dati appuntamento a Milano per l'evento considerato ormai un punto di riferimento per tutte le attività sportive universitarie nazionali. Durante la giornata i ragazzi si sono sfidati in un clima di sana competizione sportiva, diventando i portacolori del Centro universitario sportivo del proprio ateneo. Le fasi finali dei campionati si sono svolte dal 15 al 25 maggio a Milano e anche quest’anno la compagine del Cus Verona è stata impegnata con 62 atleti partecipanti in nove discipline: tennis maschile e femminile, calcio a 5 maschile e femminile, pallacanestro femminile, judo, karate, lotta greco romana, pugilato, golf, atletica leggera e tiro a volo. Gli studenti veronesi si sono distinti in sette discipline sulle nove elencate, ottenendo un bottino di sette medaglie.

La medaglia d’oro per il judo è andata ad Anna Righetti (categoria 57 kg), che si qualifica quindi Campionessa nazionale universitaria 2014.

Medaglia d'argento, invece, per il tennis nel doppio femminile con la coppia formata da Caterina Marusic e Greys Moroder.

Numerose, poi, le medaglie di bronzo. Quella del calcio a cinque è andata, per il secondo anno consecutivo, a Marco Cordioli, Riccardo Vendrame, Lorenzo Manca, Stefano Zerbato, Michele Lovisi, Andrea Righetti, Dustin Sturlese, Marco Iozzino, Tommaso Cappelletti, Alberto Dal Maso, Massimo Giacopuzzi, Gabriele Sidoti, Alfonso Puglisi, Federico Gudese e Manuel Leardini. Allenatore e vice allenatore sono, rispettivamente, Massimo Bucci e Alessandro Caceffo, mentre il team manager è Alessandro Zambon. Gli altri bronzi sono andati alla karateka Emma Pecirep (nella categoria 68 kg), a Umberto Isalberti nel tiro a volo nella specialità double trap e all’atletica leggera di Riccardo Appoloni e di Enrico Tirel, rispettivamente nel salto triplo con la misura di 15,50 metri e nei 400 hs con il tempo di 52''65.

21.07.2014