Tornare alla vita attraverso lo sport

Venerdì 30 maggio, alle 9, nell’aula magna del Polo Zanotto la proiezione del film “Il sogno di Brent”

Lo sport come via di riscatto, rilancio, ritrovo della fiducia in se stessi. È questo il messaggio forte e chiaro del tv movie animato “Il sogno di Brent” che verrà proiettato venerdì 30 maggio, alle 9, nell’aula magna del polo Zanotto. L’appuntamento si inserisce nel progetto “La grande sfida 19” promosso da Csi, Centro sportivo italiano. Alla presentazione del film, a cui parteciperà anche il pallavolista e coproduttore Andrea Lucchetta, seguirà l’esposizione del progetto Icaro “Vivere la strada nel segno della sicurezza” in collaborazione con la polizia di Stato. Per concludere, le testimonianze di vita e sport degli atleti paraolimpici Francesca Porcellato, Norberto De Angelis e Andrea Conti.

“Il convegno – spiega Roberto Nicolis, responsabile dei progetti sociali del Csi, Centro sportivo italiano – si inserisce nell’ampio programma di eventi “La Grande Sfida 19”. L’appuntamento vuole dare un contributo concreto alla cultura dell’inclusione, promuovendo azioni positive di partecipazione attiva attraverso la condivisione delle proprie passioni”. Nell’occasione si parlerà, poi, di prevenzione degli incidenti stradali analizzando l’esperienza ultradecennale di progetto Icaro, il cui obiettivo è la sensibilizzazione e l’educazione degli studenti al rispetto della vita e delle regole.

Il sogno di Brent” è un film italiano d’animazione coprodotto da Rai Fiction e Lucky Dreams, la società del campione di pallavolo Andrea Lucchetta, e andato per la prima volta in onda su Rai 2 il primo dicembre 2013. Il film è stato realizzato per fare entrare i giovani in contatto con un mondo spesso messo in disparte, la disabilità. Narra di Brent, un ragazzo sedicenne inglese promessa del motociclismo. Un giorno, a seguito di un incidente stradale, perde le gambe e cade in una depressione che sembra senza fine.  Tuttavia, l’incontro con un pallone da basket gli cambiera la vita indicandogli una nuova strada. Lo sport, dunque, come fonte di rilancio, di nuovi incontri e di stimoli per ritrovare la fiducia perduta in se stessi. “Il sogno di Brent” insegna che con sacrificio, perseveranza e cuore si può arrivare a raggiungere obiettivi alternativi a quelli prefissati e ritenuti impossibili.

26.05.2014