Cus Verona Rugby si presenta alla città

Franklin & Marshall Cus Verona Rugby domenica 11 novembre si presenta ai giovani veronesi con un "terzo tempo" davvero particolare

Il Franklin & Marshall Cus Verona Rugby domenica 11 novembre si presenta alla città e, in particolare, ai giovani veronesi. Lo fa con un evento particolare, accompagnandosi al concerto dei Casino Royale, che si terrà alle 20.30 nel loggiato della Gran Guardia in Piazza Brà. Dopo la presentazione istituzionale alla stampa della Squadra di Serie A1  e della rosa degli sponsor di maglia – tenutasi ai primi di ottobre -, il Franklin and Marshall Cus Verona Rugby condividerà in questo modo le aspettative e gli obiettivi di giocatori, allenatore  e dirigenti per la stagione sportiva 2012-13. Al termine della presentazione prenderà il via il concerto gratuito dei Casino Royale che chiuderanno l’evento con le musiche dei loro più noti successi.

Franklin&Marshall Cus Verona Rugby. Il Verona Rugby nasce nel 1963; di lì a un anno diventa Cus Verona Rugby e conquista la serie B. Nel corso del tempo i successi e le flessioni della squadra cadetta si alternano fino ad arrivare al salto in Serie A del 2005 dopo la finale vinta contro il Cus Milano. Due anni dopo la squadra festeggia l’ingresso della Franklin&Marshall nel ruolo di main sponsor del club. L’azienda di Giuseppe Albarelli e Andrea Pensiero lega così il suo nome alle pagine più gloriose del sodalizio verde-blu. Il 2009 è l’anno del ritorno in Serie A (finale con Asti) e l’anno successivo vede la squadra veronese accedere alla Serie A1, frutto del riordino dei campionati ideato dalla federazione, e alle prime 24 squadre d’Italia . Oggi il F&M Cus Verona Rugby conta su un settore giovanile tra i più importanti del movimento rugbystico nazionale, con circa 400 tesserati che giocano sullo storico Gavagnin e sui nuovi, meravigliosi, campi di Parona.

I Casino Royale. Nati a Milano nel 1987, i Casino Royale mutuano il nome del proprio gruppo da uno degli episodi della saga di James Bond scritto da Ian Fleming. Tra il 1988 e il 1990 producono i primi tre album (Soul of ska, Jungle Jubilee e Ten golden guns) influenzati dalle sonorità dei Clash. Nel 1993 esce Dainamaita: un mix di rock, soul, reggae, hip hop, dub e funk. Il 1994 è l’anno di Sempre più vicini e nel 1995 esce Crx, frutto dell’esperienza londinese della band. Un album composto da parti melodiche con un suono solido e potente, tipico dell’hip hop e con sperimentazioni influenzate dalla drum’n’bass. Dopo una lunga assenza dalle scene la band perde la voce di Giuliano Palma ma si ricompatta nel 2002 con Alioscia Bisceglia, che prende il ruolo di cantante solista. Quattro anni più tardi esce l’attesissimo album Reale. Un'opera nella quale spariscono i campionamenti e si ritrovano atmosfere tra soul e trip-hop. Nel 2008 i Casino Royale stampano una raccolta intitolata Royale Rockers – Te reggae sessions, in cui ripercorrono dieci vecchi successi in chiave roots reggae e aggiungono a essi l'inedito Cosmic sound. Il 2011, infine, è l’anno del nuovo disco d’inediti Io e la mia ombra.