I Tesori Veronesi 2012

Alla scoperta della Verona romana con le ultime tre tappe del progetto di valorizzazione del patrimonio territoriale realizzato con la consulenza scientifica dell’Ateneo

Non tutto l’oro luccica alla luce del sole. Innumerevoli e meravigliosi sono i tesori nascosti nel territorio veronese. Per qualche giorno all’anno soltanto è possibile ammirarli e arricchirsi del loro immenso patrimonio naturalistico, architettonico, artistico e culturale. Questo grazie all’iniziativa “I Tesori Veronesi 2012” che, dopo il primo ciclo di tappe dedicato all’epoca preistorica, proseguirà nel mese di settembre con gli ultimi tre weekend di visite, legate alla Verona romana. I luoghi coinvolti nel secondo ciclo saranno Sant'Ambrogio di Valpolicella l'8 e il 9 settembre, Colognola ai Colli il 15 e 16 settembre e infine Verona il 29 e 30 settembre. La terza edizione del progetto, nata in collaborazione con le amministrazioni dei comuni coinvolti e con il dipartimento di Tempo, spazio, immagine e società dell’ateneo veronese per la consulenza storico-scientifica, è promossa dall'assessorato ai Beni Ambientali della Provincia di Verona, è realizzata grazie al supporto operativo della società Provincia di Verona Turismo.

Il contributo dell’ateneo. Silvino Salgaro, docente del dipartimento di Tempo, spazio, immagine e società dell’ateneo veronese, partecipa all’iniziativa insieme a ricercatori e dottorandi che, oltre a mettere in pratica le loro conoscenze specialistiche sul territorio, possono condividere con i cittadini i frutti dei loro studi, conducendoli nelle visite guidate. “Occasioni imperdibili saranno le visite a tre ville romane che di norma non sono di libero accesso al pubblico e alle chiese e cappelle che per motivi di sicurezza rimangono chiuse durante l’anno” – ha spiegato Salgaro – “La speranza è che, una volta scoperte e apprezzate, gli stessi cittadini possano diventare collaboratori attivi nella conservazione delle risorse culturali e che la loro valorizzazione contribuisca a rinvigorire il settore turistico”.  Salgaro ha infine dichiarato che ci sono tutti i presupposti affinché l’ateneo veronese continui ad essere parte attiva dell’iniziativa per almeno i prossimi due anni, continuando sulla scia di questa edizione.

Le tappe di settembre. “I Tesori Veronesi” vuole promuovere e fare conoscere ad un pubblico ampio e differenziato le meraviglie nascoste nel territorio della provincia di Verona, suddiviso in 6 macroaree per garantire una conoscenza completa della sua evoluzione storico-artistica. Il titolo e filo conduttore della terza edizione inaugurata a maggio è “Alla scoperta delle nostre radici: il territorio veronese dalla Preistoria all'Età Romana”.  Per il ciclo di settembre si parte da Sant’Ambrogio di Valpolicella con gli appuntamenti dell'8 e 9 settembre intitolati: “San Giorgio in Valpolicella: i luoghi del fare e dell'essere”. La seconda tappa: “Governare lo spazio: dai sentieri alle strade” si svolgerà nell'area dell'Est Veronese, a Colognola ai Colli, il 15 e 16 settembre. La tappa conclusiva dell'intera edizione 2012, dal titolo “Verona romana: la città sotto la città”, si terrà invece a Verona il 29 e 30 settembre e rappresenterà per il pubblico un vero e proprio viaggio alla scoperta degli edifici, delle costruzioni e dei resti romani che caratterizzano l'area centrale e metropolitana. Non mancheranno, inoltre, occasioni di aggregazione e cultura, come gli eventi del sabato sera, i concerti, gli spettacoli teatrali e le manifestazioni di intrattenimento. L'obiettivo è infatti quello di incoraggiare attività naturalistiche legate ai beni ambientali ed iniziative di interesse storico e artistico, senza rinunciare anche all'approfondimento culturale.