Il rapporto medico paziente nella cinematografia

Proiezione di film con dibattito su temi in ambito sanitario. L'8 novembre "Mash" di Robert Altman

E' iniziata il 18 ottobre la rassegna cinematografica “Medici e Pazienti” organizzata dalla biblioteca Meneghetti, dal Segretariato italiano giovani medici e dal gruppo UniCinema. Lo scopo principale è quello di stimolare il dibattito tra studenti e professori sulle tematiche riguardanti l’assistenza sanitaria, il rapporto medico-paziente e l’etica della professione medica. E' quindi un’occasione per trattare argomenti cruciali che fanno parte della nostra quotidianità. Ogni proiezione sarà accompagnata da interventi di docenti dell’università di Verona e da esperti dell’argomento trattato. La proiezione dei 4 film si terrà di martedì alle 20.30 nell’aula B degli istituti biologici della facoltà di Medicina in Borgo Roma, Strada Le Grazie.

Programma. L’8 novembre sarà proiettato “M.A.S.H.” film di Robert Altman del 1970. Si tratta di una scatenata e impertinente farsa antimilitarista in cui, durante la guerra di Corea, tre ufficiali chirurghi ne combinano di tutti i colori andando a donne e fregandosene della disciplina. Seguiranno gli interventi di Giancarlo Beltrame, docente di Semiologia del cinema e di Roberto Leone, docente della sezione di Farmacologia di Verona. La rassegna cinematografica si concluderà il 15 novembre con il film “Un medico, un uomo” di Randa Haines del 1991. Il protagonista è Jack, un giovane medico molto capace che però non ha un buon rapporto con i pazienti. Sottopostosi a una visita di controllo da un collega gli viene diagnosticato un tumore alle corde vocali. Jack da medico si trasforma progressivamente in paziente. Seguiranno gli interventi di Alessandro Lechi, docente della sezione di Medicina interna C e di Roberto Leone.