Il simbolo della Festa della donna: la mimosa

L’8 marzo il gentil sesso va gratis nei musei italiani

Anche quest'anno, il Ministero per i beni culturali e architettonici aderendo alla giornata internazionale della donna, intende celebrare il binomio Donna e arte: un connubio ispiratore per pittori, scultori, musicisti e tutti coloro che nei secoli hanno individuato nella figura femminile una musa ispiratrice per la loro opera. E sono anche tante le donne che hanno potuto e saputo esprimere, in prima persona, il proprio talento artistico, superando pregiudizi ed ostacoli sociali.

La donna nel 21° secolo. Oggi il ruolo della donna nella società contemporanea è un argomento sempre più in primo piano all'interno del dibattito sociale e culturale del nostro Paese. È un tema estremamente attuale le cui molteplici sfaccettature rischiano spesso di essere oggetto di facili strumentalizzazioni. Per incentivare la conoscenza delle espressioni artistiche riferite a questo tema, presenti nei numerosi luoghi d'arte statali, il Mibac vuole rendere omaggio al gentil sesso, offrendo l'ingresso gratuito a tutte le donne in questa giornata.

La storia della festa. L’origine dellafesta dell’8 Marzo risale al 1908, quando un gruppo di operaie di una industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare. Lo sciopero proseguì per diverse giornate ma fu proprio l'8 Marzo che la proprietà dell'azienda bloccò le uscite della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire dalla stessa. Un incendio ferì mortalmente 129 operaie, tra cui anche delle italiane, donne che cercavano semplicemente di migliorare la propria qualità del lavoro. Tra di loro vi erano molte immigrate, tra cui anche delle donne italiane che, come le altre, cercavano di migliorare la loro condizione di vita. L’8 marzo assunse col tempo un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e il punto di partenza per il riscatto della propria dignità.
L’8 Marzo è quindi il ricordo di quella triste giornata. Non è una “festa” ma piuttosto una ricorrenza da riproporre ogni anno come segno indelebile di quanto accaduto il secolo scorso.

Informazioni. L’8 marzo si avvicina e nel giorno della Festa della donna, a tutte coloro che amano l’arte, non resta che l’imbarazzo della scelta. Sul sito si possono trovare, suddivisi per regioni e in ordine alfabetico di provincia, gli venti correlati.