Pellicola cinematografica

Ripartono i corsi del Centro Audiovisivi di Verona dedicati alla meravigliosa arte del cinema.

“Il cinema è un alto artificio che mira a costruire realtà alternative alla vita vera, che gli provvede solo il materiale grezzo” diceva Umberto Eco. Agli amanti di questo fenomeno culturale, nato alla fine del XIX secolo e noto come la settima arte, sono dedicate le iniziative del Centro Audiovisivi di Verona.

I corsi. Dal 21 settembre sarà possibile iscriversi scegliendo tra i vari corsi, incontri e proiezioni che si svolgeranno nella Sala Farinati della Biblioteca Civica a partire da ottobre 2010. Tra i più interessanti da segnalare il corso di analisi del linguaggio filmico, che si terrà di mercoledì per un totale di otto incontri volti alla comprensione degli elementi che caratterizzano i grandi film (montaggio, musica, recitazione, regia). Chi fosse invece interessato ad approfondire la conoscenza della parte più tecnica, potrà scegliere tra il corso di ripresa video e il corso di montaggio, che forniranno ai partecipanti le basi per orientarsi nel lavoro di video editing e della ripresa. Più introspettivo sarà il ciclo di incontri con la proiezione di film legati da un filo conduttore: le relazioni familiari. Un'analisi approfondita sul cinema statunitense degli ultimi trent'anni verrà invece offerta dal corso “Da Hollywood a Indiewood”, che si propone di individuare le linee poetiche e un possibile canone di autori anche attraverso la visione di film di Spielberg, Coppola, Lynch, Tarantino, i fratelli Cohen. Tra i nuovi corsi anche quello sulle nuove tendenze del cinema contemporaneo che sarà incentrato sull'analisi del videoclip, un nuovo approccio al mezzo e al linguaggio cinematografico.

Informazioni. I corsi sono rivolti a tutti: studenti, docenti, educatori ed in generale agli amanti del cinema e prevedono una quota di partecipazione di 30 €. I relatori sono docenti universitari, critici, giornalisti ed esperti di cinema. Tutte le iniziative hanno ottenuto il riconoscimento dal Ministero dell'Istruzione e la partecipazione ai corsi varrà per gli studenti universitari anche per il riconoscimento dei crediti formativi.