Il federalismo, tra fatti e parole

Convegno venerdì 13 novembre alle 10 Facoltà di Giurisprudenza
Interverrà l'editorialista del Corriere della Sera Marzio Breda

Il federalismo attualità di un’idea. Se da un lato lo stato dell’arte sul federalismo, ovvero la definizione di quello che effettivamente è, si sta concretizzando davanti ai nostri occhi non è all’opposto ancora ben visibile e delineata la traccia del percorso che condurrà al rafforzamento dei governi decentrati. Un’analisi dei punti chiave del federalismo e delle prospettive reali nel futuro sarà presentata al convegno "Il federalismo: tra fatti e parole" che si terrà venerdì 13 novembre a partire dalle 10 alla facoltà di Giurisprudenza.

Gli interventi Presenteranno i lavori Alessandro Mazzucco, rettore dell’ateneo scaligero, Stefano Troiano, preside di Giurisprudenza e Giovanni Battista Alberti, docente di Economia Aziendale dell’Università di Verona. Gli interventi a seguire saranno di Marzio Breda, editorialista del Corriere della Sera e proseguiranno con Mario Bertolissi, docente dell’Università di Padova e Giovanni Antonio Sala, professore dell’Università di Verona.

Cos'è il federalismo. Il convegno parte da una domanda ben precisa. Ma gli italiani sanno cos'è il federalismo? Secondo una recente indagine di Format-Confcommercio sei italiani su dieci sanno che cos’è il federalismo, mentre il 22,5% ne conosce a malapena l’esistenza. E se il 62% degli italiani è convinto che sia una priorità per il nostro Paese, il 59,5% pensa, invece, che il federalismo rappresenti un vantaggio soltanto per alcune parti d’Italia. Al di là delle promesse e degli slogan politici che permeano le molte declinazioni dell’ampio tema del federalismo il convegno, accreditato dall’ordine degli Avvocati, proporrà una definizione di federalismo tesa a rappresentare il decentramento dei poteri quale risorsa cruciale per lo sviluppo e il benessere dei cittadini.