Verona nelle top 200 università al mondo per la parità di genere

Pubblicata la classifica Times higher education impact rankings

L’Università di Verona ha partecipato per la prima volta nel 2021 ai Times Higher Education (THE) Impact Rankings, un insieme di classifiche che misurano il successo delle università nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite.

Per ciascuno dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, THE stila una classifica separata degli atenei utilizzando opportuni indicatori calcolati sulla base di dati e informazioni, forniti dalle università stesse, che scelgono autonomamente a quali e quanti ranking partecipare. Inoltre, mettendo insieme i vari risultati ottenuti, THE redige una classifica sintetica mondiale complessiva.

Per questa prima partecipazione, l’area pianificazione e controllo direzionale e la Commissione RUS hanno individuato quattro – su dieci – obiettivi di sviluppo sostenibile: il 4 (istruzione di qualità), il 5 (parità di genere), il 9 (Imprese, innovazione e infrastrutture) e il 10 (Ridurre le disuguaglianze). Verona si è così cimentata in quattro ranking ottenendo i migliori risultati nel SDG 5 “Parità di genere”, collocandosi nella fascia 101-200 su 938 istituzioni valutate.

Gli altri posizionamenti raggiunti da Verona sono tutti nella fascia alta del secondo miglior quartile, in particolare, nella fascia 201-300 (su 800 partecipanti) per SDG 9 “Imprese, innovazione e infrastrutture” e SDG 10 “Ridurre le disuguaglianze”; nella fascia 301-400 (su 1180) per SDG 4 “Istruzione di qualità”.

Nessun posizionamento di Verona nella classifica complessiva per la mancata adesione al ranking SDG 17, la cui partecipazione è stata rinviata al prossimo anno.