Coronavirus, una lezione da non dimenticare

Le problematiche legate al passato e al futuro della pandemia

Quali sono le problematiche che abbiamo affrontato e dovremo ancora affrontare durante questa pandemia? È questa la domanda a cui ha provato a rispondere Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri IRCCS, nel webinar “Coronavirus, una lezione da non dimenticare” , che si è tenuto lunedì 2 novembre.

Durante l’incontro moderato da Enrico Arosio, docente del dipartimento di Medicina all’università di Verona, Remuzzi ha presentato una cronistoria della pandemia da dicembre a oggi. Ha sottolineato come a farla da padrone in questi mesi sia stata l’incertezza: non si sa ancora abbastanza sul SARS-CoV-2, sebbene non sia il primo coronavirus che colpisce gli esseri umani. Nonostante il virus sia stato identificato in pochissimo tempo, sono ancora troppi i punti interrogativi che porta con sé.

Remuzzi ha poi illustrato i risultati delle ricerche che potrebbero portare a una più rapida guarigione dei pazienti. Metodologie che, se applicate in modo corretto dai medici di base, potrebbero diminuire la pressione sugli ospedali evitando il ricovero degli infetti. Tuttavia, ci sono ancora molte difficoltà sulla strada dei ricercatori, per esempio le incertezze sul ruolo dei cosiddetti asintomatici.

La conferenza fa parte del ciclo Come saremo? Ripensare il mondo dopo il 2020”, organizzato dal Collegio universitario Don Nicola Mazza in collaborazione con l’università e la Conferenza dei collegi universitari di merito. L’obiettivo dei webinar è quello di proporre un nuovo approccio al futuro riflettendo sul passato.

Gli appuntamenti di novembre proseguiranno il 23 novembre con l’intervento di Silvana Sciarra, docente di Diritto del lavoro e diritto sociale europeo all’università di Firenze, sul tema “Il lavoro tra passato e futuro”. Parteciperanno anche Donata Gottardi, Prorettrice di Ateneo e docente del dipartimento di Scienze giuridiche e Giorgio Gosetti, docente del dipartimento di Scienze umane.  Il ciclo di conferenze si chiuderà lunedì 30 novembre quando il filosofo e politico Massimo Cacciari interverrà in occasione dell’appuntamento “Nella paura di contagiarsi la fine della comunità”. Modererà Tommaso dalla Massara, docente del dipartimento di Scienze giuridiche.

Tutte le informazioni sugli appuntamenti sono consultabili sulla locandina. L’incontro è fruibile sulla piattaforma Zoom, previa compilazione del modulo di iscrizione sul sito dell’Istituto, oppure sulla pagina YouTube del collegio.