Cammino, ambiente, salute

"Percorsi che promuovono il cammino per tutti nel territorio veronese", il 5 giugno per “Diffusioni”.

“Cammino, ambiente, salute”. Questi i temi al centro dell’incontro promosso dal dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento e dalla Commissione Sostenibilità di Ateneo per “Diffusioni”, il ciclo di incontri dell’università di Verona che amplia le iniziative dedicate ai cittadini. Mercoledì 5 giugno, alle 15, nell’aula 1 del Palazzetto Gavagnin, Federico Schena, responsabile di Scienze Motorie dialogherà con Veronica Polin, presidente della Commissione sostenibilità di Ateneo e Daniela Marcer, referente del progetto “Muoversì” della Ulss9 Scaligera. L’appuntamento è organizzato in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, istituita negli anni Settanta per sensibilizzare alla salvaguardia, cura e tutela del patrimonio naturalistico-ambientale.

Si parlerà di cammino e delle sue innumerevoli espressioni, come scelta accessibile a tutti, atta a favorire il  benessere e a valorizzare l’ambiente e il territorio, in un’ottica di approfondimento scientifico e culturale multidisciplinare.

Scienze Motorie sta studiando attivamente le migliori strategie formative per contrastare la sedentarietà, proponendo e organizzando progetti di attività motoria per la salute e il benessere di tutta la popolazione sia all’interno delle proprie strutture, sia in collaborazione con enti pubblici, amministrazioni e associazioni presenti sul territorio. Alcune di queste esperienze saranno presentate a margine dell’incontro. L’evento proseguirà con un’escursione storico-naturalistica a piedi su un itinerario che porta al Castello di Montorio, passando per il bètilo (megalite) Piloton, la Fontana delle Streghe, Novaglie e ritorno; e una in bici, organizzata dalla Federazione italiana amici della bicicletta.

La salute – spiega Schena – si ottiene non solo con le cure che ci vengono suggerite ma è l’insieme delle nostre scelte personali e il cammino rientra appieno tra le scelte positive per promuovere e raggiungere una vita attiva e salutare. Per questo il cammino è un’opportunità che va valorizzata e sostenuta. Si cammina perché fa bene, ma occorrono, come per ogni altra attività che fa raggiungere uno stato di benessere psico-fisico, anche indicazioni corrette e precise da parte di esperti. Inoltre, è necessario favorire il cammino, attraverso percorsi appositamente pensati e creati per rendere effettiva la possibilità di camminare per tutta la popolazione”.

La Commissione Sostenibilità di Ateneo ha a cuore la sostenibilità dell’ambiente, in una prospettiva sociale ed economica e si impegna, attraverso attività e progetti di formazione, a promuovere e incentivare stili di vita e pratiche dove i contesti vissuti quotidianamente diventano luoghi migliori e sempre più abitabili nell’ottica del bene comune.

E il camminar m’è dolce… direbbe l’ambiente se potesse parlare – commenta Polin. Attraversare i luoghi camminando fa bene non solo a noi ma anche al paesaggio. L’azione del camminare è in armonia con ciò che ci circonda e ci dà, passo dopo passo, la possibilità di tessere relazioni di cura e di rispetto per i luoghi. La Commissione Sostenibilità crede in questa visione. Ci mettiamo in cammino insieme verso un mondo sostenibile?”.

L’evento si inserisce anche nell’ambito di Scienze Motorie & Friends, la manifestazione conclusiva delle attività didattiche, motorie, sportive e ricreative organizzate dall’area di Scienze Motorie, con la collaborazione del Cus Verona e l’associazione culturale Alumni Scienze motorie Verona.