Prospettive antropologiche e giuridiche in Nuova Caledonia

Il 29 aprile incontro al polo Zanotto alla presenza di ricercatori kanak

Conoscere il modello giuridico e le peculiarità culturali della Nuova Caledonia attraverso la testimonianza di ricercatori e ricercatrici kanak, abitanti autoctoni melanesiani della Nuova Caledonia. Nasce per questo l’appuntamento “La Nuova Caledonia: prospettive antropologiche e giuridiche“, in programma il 29 aprile, alle 14, nell’aula T4 del polo Zanotto. L’incontro è a cura dei docenti Matteo Nicolini, dipartimento di Scienze giuridiche, Anna Maria Paini e Matteo Gallo, entrambi del dipartimento di Culture e civiltà. Il convegno è promosso dal Laboratorio di didattica innovativa “Idea”.

Il convegno internazionale e interdisciplinare permetterà di confrontarsi su temi cruciali di ambito culturale e politico del Paese, collettività ‘francese’ nell’oceano Pacifico. A portare i saluti sarà il direttore del dipartimento di Culture e civiltà Arnaldo Soldani. Seguiranno le introduzioni di Paini e Nicolini, mentre a coordinare i tavoli di lavoro saranno Gallo e Anna Parrilli, dottorando in Scienze giuridiche europee e internazionali. A portare testimonianza diretta della Nuova Caledonia saranno Honoré Diéméné e Viro Xulue, “La Nouvelle-Calédonie, model juridique et civilisationnel”, Kayel Meandu, Isaline Gorodja e Elsy Bokoe-Gowe, “L’avenir de l’enseignement des langues kanak à la sortie de l’Accord de Nouméa”, Hassan Xulue, Didier Bule e Gérard Wetewea, “Jeunesse, engagement politique et culturel”.