L’Italia è la Cenerentola d’Europa?

Il rapporto tra Italia ed Europa è stato al centro del convegno che si è tenuto in ateneo

È dedicato ad Antonio Megalizzi, il reporter ucciso nell’attentato di Strasburgo di Natale 2018, il cartellone “Europa, una sfida tra passato e futuro” che si è aperto il 18 aprile con “La cenerentola d’Europa? L’Italia e l’integrazione europea”. Renato Camurri, docente di Storia contemporanea dell’ateneo veronese e coordinatore scientifico del progetto, ha introdotto l’incontro con un bel ricordo di Megalizzi, giovane cronista innamorato del suo lavoro e dell’Europa, definendo quest’ultima “una difficile conquista che, nonostante i problemi, va sicuramente difesa”.

La parola passa è poi passata ad Antonio Varsori, docente di Storia delle relazioni internazionali dell’università di Padova, che ha analizzato puntualmente le tematiche che legano l’Italia all’Unione europea.

 

Gli appuntamenti, che si svolgono tutti alle 17.30,  proseguiranno giovedì 9 maggio in aula Smt.03 con “Generazioni Erasmus: la questione educativa nel processo di integrazione europea”, dove interverrà Simone Paoli, docente di Storia delle relazioni internazionali all’università di Pisa. Continueranno lunedì 13 maggio in aula Smt.01 con “L’Europa di fronte alla sfida dei vecchi e nuovi populismi”, dove interverrà Federico Finchelstein, docente di storia alla New school for social research di New York, e si concluderanno giovedì 23 maggio in aula Smt.01 con “L’antieuropeismo: dalle radici storiche all’attualità”, dove interverrà Daniele Pasquinucci, docente di Storia delle relazioni internazionali all’università di Siena.

Renato Camurri presenta i prossimi appuntamenti:

 

 

Allegati