Presentato Sfide, il progetto trasversale per conoscere meglio l’Europa

Studenti, dottorandi e docenti collaboreranno per realizzare lavori di gruppo

Lanciato il progetto trasversale Sfide, sovranità nazionale, finanza, immigrazione, democrazia, Europa, che coinvolgerà studenti, dottorandi e docenti delle varie aree disciplinari di ateneo per la realizzazione di lavori di gruppo finalizzati ad approfondire tematiche relative all’Europa. L’iniziativa è stata presentata il 23 gennaio al palazzo di Lettere da Lidia Angeleri, delegata del rettore all’Internazionalizzazione, che ha coordinato le spiegazioni dei docenti referenti di ciascuno dei quattordici progetti proposti agli studenti.

L’idea alla base di Sfide è quella di fare in modo che siano gli studenti in prima persona a impegnarsi attivamente nell’approfondimento dei temi, attraverso workshop interni che sostituiranno le classiche lezioni frontali. Le presentazioni dei risultati ottenuti  si terranno in primavera, inoltre durante l’evento finale del 17 maggio, aperto alla cittadinanza, interverranno personalità di spicco internazionale.

Tra i temi proposti “Dal mercato unico all’unione monetaria. Quali scenari futuri?”, referente Riccardo Fiorentini, docente di Economia politica e “La democrazia della diseguaglianza nel presente dell’Unione Europea” per il quale sono referenti Laura Calafà, docente di Diritto del lavoro, Giuseppe Martinico, docente di  Colegislazione pubblica e Matteo Nicolini, docente di Diritto pubblico comparato. E ancora “Aspetti etici e legali della robotica autonoma in Europa”, coordinato da Paolo Fiorini, docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni, e “Studiare in Europa” di cui è referente Stefan Rabanus, docente Lingua e traduzione e Lingua tedesca.

L’attività previde il riconoscimento di crediti formativi, per i quali lo studente interessato deve rivolgersi direttamente alla segreteria del suo corso di studi. Maggiori informazioni su https://www.univr.it/it/sfide.