Kidsuniversity Verona, gli eventi della settimana

Fino al 25 settembre Kidsuniversity propone spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, mostre ed eventi speciali

Non solo laboratori nel ricco programma della Kidsuniversity Verona. Fino al 25 settembre, infatti, la manifestazione coinvolgerà ragazzi e adulti con spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, mostre ed eventi speciali

Il 15 settembre alla Biblioteca Frinzi è stata inaugurata la mostra “La magia dei colori”, un viaggio nell’evoluzione dell’editoria per bambini in Italia e in Europa narrati dalle Grafiche AZ. La mostra resterà aperta tutti i giorni fino al 21 ottobre dalle 8.30 alle 23.30. Si continua mercoledì 21, alle 18 alla libreria La Feltrinelli con Rossana Campo, vincitrice del Premio Strega giovani 2016, che incontrerà il pubblico per presentare il romanzo Dove troverete un altro padre come il mio, nel quale racconta il rapporto con Renato, il padre amatissimo e difficile, scomparso di recente. La sera, nell’aula magna del Polo Santa Marta alle 21 si potrà assistere alla proiezione di “Fuoriclasse. Il film che racconta la scuola possibile”, un viaggio attraverso sei scuole del territorio italiano per scoprire com’è ora l’Italia dal punto di vista dei bambini. Una produzione di Stefano Collizzolli e Michele Aiello, a cura di ZaLab.

Giovedì 22 alle 21 nella sala convegni del Palazzo della Gran Guardia sarà affrontato un tema sociale molto attuale “Bullo a chi? Bullismo online e offline: perché, dove, come e quando”. A parlarne Stefano Quaglia, dirigente dell’Ufficio per l’Ambito Territoriale VII di Verona, Giuliana Guadagnini, responsabile del Punto Ascolto dell’Usp Verona e Giuseppe Burgio, ricercatore di Pedagogia all’Università Kore di Enna.

Il programma degli eventi continua venerdì 23 settembre con lo spettacolo teatrale “#Mirrors un racconto sulla dismorfofobia”, al Teatro Stimate alle 21, per riflettere sulla difficoltà che molti giovani e non solo hanno nel riconoscere in modo naturale la propria immagine corporea. Spettacolo di Andrea Pennacchi e Lia Bonfio con la consulenza scientifica di Adriano Legacci presidente di Pagine Blu degli psicologi e psicoterapeuti.

Sabato 24 sarà la giornata più importante per Kidsuniversity e per i tanti bambini che parteciperanno ai laboratori. Alle 15.30, nell’aula magna del Polo Zanotto si terrà la grande cerimonia “Doctor Kids”. Il rettore Nicola Sartor consegnerà i diplomi ai neo-dottori insieme a un ospite d’eccezione, l’astronauta Maurizio Cheli. La cerimonia sarà accompagnata dalle note della Marching Stomp Band, progetto dell’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Verona. Alle 18, poi, al Teatro Stimate, andrà in scena lo spettacolo di Fondazione Aida “Sogno di una notte di mezza estate” per rendere omaggio all’anniversario dei 400 anni della morte di Shakespeare.

Domenica 25 settembre, infine, alle 11 alla Società Letteraria un incontro organizzato in collaborazione con Girls Geek Dinner Verona dal titolo “Genitori 2.0. Chiacchiere a colazione”. Matteo Bussola, autore di “Notti in bianco, baci a colazione” e Beatrice Borini, blogger di “L’Angolo dei Libri” chiacchiereranno di rete, social, figli e genitori partendo dall’essere un papà e una mamma decisamente digital.

Kidsuniversity chiuderà domenica 25 settembre, alle 21 al Teatro Ristori, con lo spettacolo “Vorrei essere figlio di un uomo felice” di e con Gioele Dix, un monologo intenso, personale ed estremamente divertente che ruota attorno all’idea della paternità.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il programma completo degli eventi su www.kidsuniversityverona.it.

20.09.2016