Ateneo e città ancora invase da Kidsuniversity

Tanti laboratori per bimbi e ragazzi, TeachersLab per gli insegnanti

Martedì 20 settembre è stata un’altra giornata ricca di appuntamenti per Kidsuniversity Verona. Durante la mattinata si sono svolti nove KidsLab scuole, mentre nel pomeriggio si sono svolti i laboratori per tutti, le attività al Kids Space di Piazza Bra e un Teachers Lab a Palazzo Giuliari.

I KidsLab Scuole. Cristiano Fava, docente di Medicina interna, è intervenuto su “Una mela al giorno leva il medico di torno… uno stile di vita sano per una crescita sana”, nell’aula 5 della piastra odontoiatrica del policlinico di Borgo Roma. Contemporaneamente, a Cà Vignal 2, Flavia Guzzo, docente di Botanica generale, ha tenuto “La scienza a colori”, mentre alcuni docenti di Analisi matematica, Analisi numerica, Algebra e Geometria del dipartimento di Informatica sono stati impegnati nel laboratorio  “La matematica delle bolle di sapone”. A Scienze motorie, Palazzetto Gavagnin di Borgo Venezia, Federico Schena ha svolto il laboratorio “I muscoli dell’uomo: forti forti ma anche precisi”. Spazio anche all’Economia con tre appuntamenti nel Polo Santa Marta: Claudio Baccarani è intervenuto su “Costruiamo un’impresa… buona”, laboratorio finalizzato a far capire ai bambini l’importanza di integrare un’impresa con la società. Giam Pietro Cipriani, docente di Economia politica, ha tenuto la lezione “Quanto valgono i soldi” spiegando ai ragazzi i concetti di inflazione e deflazione. Infine Maria Luisa Ferrari, docente di Storia economica, ha guidato le scolaresche alla scoperta della Santa Marta. Per l’area delle Scienze umanistiche bambini e ragazzi hanno partecipato al laboratorio “La filosofia come bene comune. Corpi e menti in movimento” con Antonia De Vita, docente di Pedagogia e Valentina Festo ed Eleonora Pittoni de “La scuoletta di Studio Guglielma”. Nell’Aula S8 del Cla di Polo Zanotto, si è svolta una lezione interattiva per spiegare come mente e corpo siano uniti e la persona singola sia legata a una comunità. Nell’Aula 1.6, sempre al Zanotto, Paola Bellomi e Stefano Neri, docenti di Letteratura spagnola, hanno tenuto il laboratorio “Diamo una mano a Cervantes” in occasione dei 400 anni dalla sua morte, i bambini attraverso vari giochi hanno scoperto la storia dello scrittore spagnolo ripercorrendo le tappe più importanti delle sua vita e le sue opere come il celebre Don Chisciotte.

Nel pomeriggio di martedì 20 Kidsuniversity ha fatto tappa in città. Alle 16.45 bambini e ragazzi hanno partecipato ai “Gruppi di gioco in inglese” organizzati da Learn with Mummy, in via Rosmini 6. I Palygroup hanno portato i bambini e le famiglie a vivere l’inglese come uno strumento di comunicazione vivo, reale ed emotivamente ricco. Sempre martedì, in piazza Bra è continuata l’esperienza di Kids Space: nella mattinata si è tenuto il primo di cinque appuntamenti con RadioVerona che ha raccontato Kidsuniversity attraverso le voci dei suoi protagonisti, mentre nel pomeriggio si sono svolte diverse attività. Dalle 16 alle 18 Verona Fotografia ha proposto “Da grande voglio fare…”, un laboratorio in cui i partecipanti, all’interno di un vero e proprio set fotografico, sono stati introdotti alle tecniche fotografiche e all’uso della luce per poi raccontare, attraverso trucchi e vestiti, i loro sogni e immortalarli con un ritratto. Le opere saranno esposte sabato 24 settembre nell’ambito dell’evento finale Doctor Kids. Alle 18.30 Pleiadi ha presentato “Science Show. La lotteria della scienza”: un dinamico spettacolo dove è stato il pubblico stesso a indirizzare lo show. I partecipanti hanno potuto pescare, da un cesto, delle domande scientifiche a cui è stata data loro risposta attraverso uno spettacolare, quanto accattivante, esperimento eseguito da uno scienziato-attore.

Nell’ambito dei TeachersLab, dalle 17 alle 19, in Sala Barbieri di Palazzo Giuliari, in via dell’Artigliere, Angelo Lascioli, docente di Pedagogia speciale all’università di Verona e Tiziana Turco, Associazione italiana dislessia Verona, hanno affrontato il tema “La didattica inclusiva. Metodologie e opportunità per il benessere di insegnati e alunni”. Il workshop ha voluto suggerire gli strumenti e le strategie da mettere in atto per una didattica inclusiva che soddisfi il bisogno di relazione e di benessere della classe.

20.09.2016