Crui, solidarietà alle università turche

Anche l'ateneo aderisce al messaggio della Conferenza dei rettori delle università italiane

La Conferenza dei rettori delle università italiane, Crui, in sintonia con la posizione assunta dall’Eua, esprime unanime e ferma condanna per le misure adottate dal Governo turco a seguito del tentativo di colpo di stato del 15 luglio. Anche l’università di Verona condivide la presa di posizione della Crui.

Sono 14 gli atenei Turchi partner dell’ateneo per progetti di mobilità internazionale: Ankara University, Hacettepe University, Bilkent University, Turgut Ozal  University, Erzincan University, Eskisehir Osmangazi University, Bogazici University, Istanbul University, Marmara Universitesi, Istanbul Bilgi University, Istanbul Arel University, Izmir University of Economics, Kastamonu University, Ahi evran Universitesi.

Di seguito il comunicato della Crui:

“La Crui in sintonia con la posizione assunta dall’Eua, esprime unanime e ferma condanna per le misure adottate dal Governo turco a seguito del tentativo di colpo di stato del 15 luglio.
Tali misure colpiscono i diritti civili dei singoli e delle collettività. In particolare, vengono mortificate le libertà di ricerca, insegnamento, autogoverno per lunga tradizione proprie delle Università ed essenziali alla loro vita. Già nell’immediato, le misure del Governo turco provocano gravi danni alle collaborazioni oggi attive e stabilite grazie a un lungo percorso ispirato a valori che oggi vengono negati.
Questi sviluppi troveranno da parte nostra concrete risposte, per un verso, di condanna degli abusi, per altro verso, di solidarietà alle Comunità universitarie turche: ai docenti, ai ricercatori, agli studenti".

21.07.2016