Promotore della mobilità ciclistica

Scadono il 15 febbraio le iscrizioni alla terza edizione del Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale di ateneo

Giovedì 7 aprile 2016 all’università di Verona inizierà la terza edizione del Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale “Promotore della mobilità ciclistica”. L’iniziativa, organizzata dal dipartimento di Scienze neurologiche biomediche e del movimento di ateneo, forte del successo delle passate edizioni, ha lo scopo di diffondere l’uso quotidiano della bicicletta nel contesto urbano. Sarà possibile effettuare l’iscrizione fino al 15 febbraio 2016.

Il corso è rivolto a diplomati e laureati di qualsiasi livello e disciplina. La formula 2016, più compatta rispetto a quella delle precedenti edizioni, prevede 42 ore di lezioni frontali, suddivise in due fine settimana con incontri dal giovedì al sabato, intervallati da due week end pratici in bicicletta nei territori di eccellenza. Il corso, tenuto da docenti universitari ed esperti Fiab, Federazione italiana amici della bicicletta, sarà diluito su tre mesi, da aprile a giugno, in modo da consentire anche a coloro che abitano lontano di raggiungere l’università di Verona per frequentare il corso compatibilmente con altre esigenze lavorative, familiari o personali. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di fornire ai partecipanti le competenze necessarie a pensare in modo diverso la mobilità e lo sviluppo dei territori, fondendo loro conoscenze che possano favorire anche un ricollocamento professionale.

I partecipanti alle prime due edizioni, 21 uomini e 16 donne tra i 23 e i 59 anni e provenienti da 9 regioni d’Italia, hanno studiato in aula e pedalato in luoghi di eccellenza per imparare a valorizzare le potenzialità ciclistiche dei territori e delle città. Tra loro progettisti, economisti, laureati in discipline umanistiche, diplomati, lavoratori e qualche sottooccupato in cerca di nuovi orizzonti, tutti accumunati dalla passione e il desiderio di promuovere l’uso della bicicletta. Per la seconda edizione del corso  il Consiglio nazionale dell’Ordine degli architetti ha assegnato ai partecipanti dell’iniziativa 15 crediti formativi professionali, mentre il Consiglio degli ingegneri ne ha assegnati 48.

Ascolta l'intervista a Marco Passigato, Mobility manager di ateneo e tra gli organizzatori del corso, realizzata dalla redazione di FuoriAulaNetwork.

01.02.2015