Il 10 aprile, dalle 9 alle 12.30, ambulatorio del Polo Confortini

In occasione della giornata di prevenzione dei tumori del cavo orale, il reparto di Otorinolaringoiatria dell’Azienda oaspedaliera universitaria integrata ha aderito all’iniziativa dell’Aooi, Associazione otorinolaringologi ospedalieri italiani. Il 10 aprile, dalle 9 alle 12.30, sarà quindi possibile accedere all’ambulatorio del Polo Confortini per uno screening gratuito. L’iniziativa è stata introdotta a Verona da Daniele Marchioni, docente di ateneo e presidente del Consiglio della scuola di specializzazione in Otorinolaringoiatria.

I fattori di rischio. In Italia l’incidenza della patologia si attesta tra i 4 e i 12 casi l'anno ogni 100.000 abitanti, a seconda dell’area geografica. Le cause dell’insorgere di questo tumore sono varie: il fumo, l’alcol, la scarsa igiene orale, l’infezione da Papilloma virus, il Lichen ruber planus, i microtraumi cronici della mucosa della bocca dovuti alle protesi dentarie, l'eccessiva esposizione al sole e una dieta povera di frutta e verdura.

L'importanza della diagnosi precoce. La diagnosi precoce è semplice e non richiede metodi invasivi, anzi, consentendo una chirurgia conservativa, evita trattamenti demolitivi con conseguenze invalidanti, riduce i costi di terapie e riabilitazione, aumenta fino all'80% la sopravvivenza libera da malattia e, in definitiva, migliora la qualità della vita.

07.04.2015