Progetto “Più vita sana”

Presentato il progetto di alimentazione e attività motorie nelle scuole primarie

Movimento e alimentazione corretta in versione educativa ed esperienziale per gli alunni di oltre 70 istituti comprensivi del Veronese e del Vicentino. Questo è il concetto trainante che sottende l’interessante progetto didattico dallo slogan “Più Vita Sana”, ideato dai ricercatori di Scienze Motorie del Dipartimento di Scienze Neurologiche e del Movimento dell’Università di Verona, da Dna Sport Consulting, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale e il patrocinio dell’azienda Agsm di Verona.

Primo in Italia nel suo genere, “Più Vita Sana” è la creazione di un programma di lavoro che, promuovendo buone pratiche, invita ad utilizzare il momento scolastico come occasione di stimolo per acquisire un comportamento motorio e alimentare sano. Come? “L’idea che abbiamo messo a punto – spiega Federico Schena, presidente del Collegio didattico di Scienze Motorie- è di fornire ai docenti e ai 10mila bambini delle 1200 classi coinvolte, un piano di lavoro, da sviluppare nell’arco di cinque settimane fino alla fine dell’anno scolastico, che prevede venti ore di attività didattica e pratica volte ad unire il movimento, declinato in tutte le sue diverse componenti (resistenza, coordinazione, velocità, forza, flessibilità) a un’alimentazione equilibrata (acqua, lipidi, carboidrati, proteine, vitamine e sali minerali). A tale scopo ad ogni scuola è stato fornito un Quaderno del benessere, una sorta di work book, dal design accattivante, che ricorda un po’ lo stile cartoon, che è un decalogo motorio e alimentare, contenente schede didattiche per i bambini e per i docenti.  Ogni studente potrà compilare il proprio calendario giornaliero, rispondendo alle domande: ho mangiato sufficienti porzioni di frutta e verdura, oggi? Ho fatto abbastanza movimento?, e potrà condividerlo con i genitori, per riflettere insieme sulle scelte alimentari adottate e sull’attività motoria attuata. I docenti, dal canto loro, avranno a disposizione delle schede proponenti dei percorsi didattici, da modulare in modo flessibile secondo la programmazione di classe, che si compongono di argomenti teorici, con differenti gradi di approfondimento, e attività pratiche, sempre declinate in modo ludico e partecipativo”.

Attraverso il decalogo motorio –aggiunge Luciano Bertinato, docente di tecniche e didattica degli sport di squadra – si possono modificare alcune abitudini dei bambini e delle loro famiglie. Il percorso proposto da “Più Vita Sana” offre precise indicazioni e pratici consigli sulle attività da svolgere quotidianamente per rendere la giornata attiva, piacevole, divertente. Alcuni esempi? Andare e tornare da scuola a piedi è una buona pratica che rientra in una attività fisica moderata; a questo si potranno aggiungere, durante la settimana, alcune passeggiate abbinate ad attività ludico-sportive al parco giochi”.

Questa esperienza di formazione, sviluppata in due fasi sinergiche: alimentazione, con le diverse tipologie di nutrienti, e attività motoria, con diversi esercizi di movimento, troverà nell’evento di Sport Expo 2015, la grande manifestazione sportiva, rivolta a bambini, bambine, ragazzi, ragazze dai 6 ai 14 anni, prevista dal 28 febbraio al 2 marzo nei padiglioni di FieraVerona, un momento di condivisione e riflessione importante.

 

11.02.2015