Un pomeriggio da universitari grazie a Unipertutti

Studenti delle superiori e famigliari hanno partecipato all'iniziativa

Si sono dati appuntamento in biblioteca Frinzi gli ospiti dell’ateneo, studenti delle ultime classi delle scuole secondarie superiori e alcuni famigliari, che lo scorso 14 maggio hanno partecipato all’appuntamento veronese di Unipertutti, l’iniziativa nazionale organizzata da un cartello di associazioni e sindacati rappresentativi di tutte le realtà che vivono il mondo universitario.  A Verona l’incontro, promosso dall’università e dal Consiglio degli studenti, si è concretizzato in una visita guidata alle strutture per seguire le lezioni aperte a tutti con l’obiettivo di presentare cosa si fa nelle università, come, dove e in che modo si studia, si fa didattica e ricerca.

“Siamo partiti dalla biblioteca Frinzi – spiega la direttrice Daniela Brunelli – perché rappresenta la piazza dell’università, il luogo dove tutti arrivano e sanno di essere accolti e poter stare tutta la settimana, dalla mattina a mezzanotte, comprese le domeniche. Gli studenti vivono la nostra biblioteca come un luogo che li accoglie, per lo studio e per la socialità. Qui i ragazzi si incontrano per prepararsi agli esami e si danno appuntamento per poi uscire assieme. Un luogo che aggrega le persone e un contesto in cui le idee circolano e si producono”.

Il programma. Alla visita alla biblioteca è seguito un tour in Esu dove il direttore Gabriele Verza ha descritto e spiegato come accedere ai principali servizi che l’ente del diritto allo studio universitario eroga a favore degli studenti. A seguire Olivia Guaraldo, ricercatrice di Filosofia politica dell’ateneo, ha tenuto la lezione "Il pensiero di Hannah Arendt: filosofia politica", facendo toccare con mano come si svolge la didattica universitaria. Il pomeriggio si è concluso con una visita all’interno delle strutture universitarie, compresa la nuova zona dell’ex caserma Santa Marta.

Ascolta l'intervista di Fuori aula network a Maria Giovanna Sandri

16.05.2014